In un’Italia in cui le squadre sono sempre state assemblate più con i soldi che con una programmazione intelligente, che partisse dalle giovanili per “costruirsi i talenti in casa“, il settore giovanile dell’Inter rappresenta un’eccezione che, negli ultimi anni, ha saputo sfornare talenti niente male, sia da impiegare in prima squadra che da valorizzare in previsione di operazioni di mercato. Lo dimostra il fatto che, agli ultimi Europei under 21 disputatisi in giugno, l’intera retroguardia della selezione azzurra battuta in finale dalla Spagna fosse composta da prodotti del vivaio nerazzurro: Bardi tra i pali e, nella linea difensiva a 4, Donati, Bianchetti, Caldirola e Biraghi.

Proprio Giulio Donati e Luca Caldirola si sono messi in mostra in quella manifestazione e sono diventati le punte di diamante tra i gioielli da esportazione della “cantera” nerazzurra, acquistati rispettivamente da Bayer Leverkusen e Werder Brema. In Germania i due ragazzi, chiamati al battesimo del fuoco tra i grandi in un campionato di prima fascia, stanno decisamente convincendo e sono diventati pedine inamovibili delle rispettive squadre.

Donati, nato il 5 febbraio del ’90, è approdato al Bayer con un bagaglio di 24 presenze dell’Under 21 e, dopo aver disputato la stagione 2009/2010 in maglia nerazzurra, dove ha esordito in Coppa Italia, con l’esperienza maturata tra Lecce, Padova e Grosseto. A Leverkusen, Donati ha già messo in saccoccia 18 presenze (con 14 partite disputate per intero) così ripartite: 11 in Bundesliga, 3 in Coppa di Germania e ben 4 in Champions League, dove ha realizzato il suo primo assist nella vittoria ottenuta per 4-0 sullo Shakthar Donetsk.

Caldirola, di quasi un anno esatto più giovane di Donati (1 febbraio ’91), non è nuovo a esperienze all’estero. Dopo aver fatto tutta la trafila nelle giovanili dell’Inter dal ’99 al 2010 (vincendo il campionato Giovanissimi nel 2006 e, nel 2008, il campionato Allievi e il Viareggio), ha militato per un anno nel Vitesse, in Eredivisie, prima di tornare all’ovile, arrivando ad esordire con l’Inter in Champions League nel 2011. Dopo i prestiti a Cesena e Brescia e una brillante carriera nelle selezioni giovanili azzurre (ha un curriculum di 31 presenze e 1 gol nell’Under 21), a luglio è approdato al Werder e in casacca bianco-verde ha totalizzato già 15 presenze (venendo sostituito una sola volta), delle quali 14 in Bundesliga e 1 in Coppa di Germania.

Interfans.org è la community dei tifosi dell'Inter. Ogni giorno centinaia di neroazzurri si incontrato sul nostro forum e si informano sulle notizie neroazzurre