L’Europa si ritrova a fare i conti ancora una volta con la barbarie del terrorismo. La strage di Bruxelles avvenuta due giorni fa ha richiamato l’attenzione sulla sicurezza in vista dei prossimi Europei che si terranno in Francia dal 10 giugno al 10 luglio 2016. Gli avvenimenti belgi potrebbero influenzare l’organizzazione del torneo francese ma gli organizzatori hanno rassicurato i tifosi che si muoveranno per assistere alle partite in Francia: nessun rischio di giocare le partite a porte chiuse, ma certo l’allerta sarà massima. Il ministro degli interni francese Bernard Cazeneuve ha sottolineato come il rischio resti altissimo, mentre PatrickKanner, ministro francese per lo Sport: «Gli Europei si terranno in condizioni di massima sicurezza, con misure rafforzate, visto quello che è successo. Ma non annulliamo un evento così importante. Non è in discussione». Gli fa eco Cazeneuve: «Faremo in modo che questa grande manifestazione possa svolgersi, faremo di tutto per garantire la sicurezza ad Euro 2016 con misure mai viste prima: nella fan zone ci saranno perquisizioni corporee sistematiche e potrà essere richiesto anche il ricorso al metal detector». A tutto ciò si aggiunge anche il personale che la Uefa sta per arruolare: 10.000 agenti privati, con un incremento del 7% rispetto alle unità previste prima degli attacchi di Parigi. Sono previsti circa 2,5 milioni di spettatori nei 10 impianti francesi scelti per la manifestazione e circa 7 milioni nelle fan-zone lungo tutto il corso del mese in cui si svolgeranno gli europei. La Francia investirà oltre 40 milioni di euro per il piano sicurezza, la Uefa, ci saranno circa 900 agenti in ogni stadio, 1.200 nello Stade de France, a ogni partita.

(l’équipe)

FcInter1908.it è il sito di notizie sull'Inter. Collegati per rimanere informato sul mondo neroazzurro. Clicca per visitare fcinter1908.it