Azionariato popolare è la soluzione? Quanto mettereste?

Sono intervenuti fattori esterni al calcio e alla solita economia e tutto ciò, in questa pandemia , ha cambiato i valori , bloccato i progetti di crescita e messo in difficoltà famiglie imprese e società.

Leggo che ad esempio Cottarelli propone per l'Inter una soluzione simile a quella del Bayern , con 200000 soci , persone comuni che si spartiscono il 75% del club e Audi e Adidas a dividersi le "briciole".

Questi in pochi anni hanno comprato l'Allianz Stadium estinguendo il mutuo di 350 mln con 14 anni di anticipo sui 25 previsti.

Per l'Inter l'idea credo sia individuare un centinaio di tifosi vip pronti ad investire su una quota di minoranza, oltre che a promuovere l'investimento di migliaia di piccoli azionisti pronti a dividersi la maggioranza.

Niente contro Suning, che il suo l'ha fatto, ma a me questo scenario piacerebbe e la mia piccolissima parte la farei se vedessi un progetto in cui credere.

Voi cosa ne pensate ? Sarebbe fattibile ? Ci investireste qualcosa ? (Anche se il momento è quello che è .. )
 
Per me è un'idea grandiosa, ma dubito che si riuscirebbe a fare come il Bayern, il reddito medio dei tedeschi è ben più alto del nostro. Ma sarebbe il modo migliore per proteggersi da magnati o fondi vari che hanno l'unico scopo di guadagnare adesso senza pensare al futuro. Così almeno saremmo certi di una proprietà che ha a cuore anche il futuro dell'Inter. Io qualcosa ce lo metterei volentieri, ma di quanto parliamo? di 100 euro, 1000 o 10.000? Questo è il punto.

E a parte il Bayern, che altri esempi ci sono che funzionano bene?
 
Per me è un'idea grandiosa, ma dubito che si riuscirebbe a fare come il Bayern, il reddito medio dei tedeschi è ben più alto del nostro. Ma sarebbe il modo migliore per proteggersi da magnati o fondi vari che hanno l'unico scopo di guadagnare adesso senza pensare al futuro. Così almeno saremmo certi di una proprietà che ha a cuore anche il futuro dell'Inter. Io qualcosa ce lo metterei volentieri, ma di quanto parliamo? di 100 euro, 1000 o 10.000? Questo è il punto.

E a parte il Bayern, che altri esempi ci sono che funzionano bene?
in Spagna l'azionariato popolare è piuttosto diffuso
I tre club a non essere mai retrocessi, ad esempio, si basano su quello
 
io 1000 euro li metterei volentieri sull'Inter piuttosto che vederli sull'orlo del baratro. Penso possa essere la soluzione con una spesa davvero modesta. Si tratterebbe di poco più di un anno di abbonamento a una pay tv
 
L'inter ha una marea di tifosi vip.
Anche fra i non vip, credo non sia difficile trovare 100mila persone disposte a sborsare 1000€ annui.
E sono 100 milioni a stagione che per la gestione sono un bell'aiuto.
Il resto lo fai con un pool di (10/15 imprenditori-tifosi) e gli sponsor.
Ad esempio, quando c'era Moratti, nel CDA c'era gente tipo Tronchetti Provera e Della Valle. Per dire.
 
Il Bayern ha un nocciolo duro di capitale in mano a grosse aziende tedesche e solo il resto in azionariato diffuso e comunque in Germania viene considrataun po' come la "nazionale" dei club per tenere alto il prestigio tedesco.
Le due grandi spagnole non fanno testo, a parte una legislazione che regolamenta questo tipo di organizzazione societaria, rappresentano due nazioni e due ideologie politiche. Il Barcellona è la squadra dei catalani, la rivalsa del popolo catalano nei confronti della Spagna, tifare barcellona non è solo sport, è patriottismo.
Di contro il Real Madrid è la squadra del potere centrale, dell' arstocrazia, gode di appoggi politici ed economici illimitati, non andrà mai in crisi economica. Per dirne una, anni fa tutto il centro sportivo è stato dichiarato area fabbricabile e ci hanno fatto miliardi.
Il problema non è fare una colletta per rilevare la società, ma mantenere un flusso finanziario che garantisca aumenti di capitale quando servono.
Per una politica gestionale di "spendo quanto ricavo" qualsiasi assetto va bene.
Però con il tifoso al comando rischi comunque di andare a bagno, sia che ci sia il presidente proprietario (vedi Moratti) che il presidente eletto (vedi Barcellona).
 
Una cosa è certa , una cosa simile può avere inizio solo se intavolata ora, che la crescita si è bruscamente arrestata, che Suning è in cerca di soci , di capitali , se non di vendere.

Con l'avvicinarsi delle scadenze Zhang non potrà più valutare l'Inter 1 mld, ma dovrà accontentarsi di valutarla meno se vorrà rifinanziare i prestiti, far fronte alle spese o accollare la società ad altri.

Poi , presupponendo che si tornerà allo stadio , che il calcio ritorni a stampare soldi e che nuovi sponsor e fondi vari riportino l'Inter a crescere... Ecco poi , in caso, saremo tutti strafelici di tifare una società di nuovo in crescita, però saremmo nuovamente alla mercé dei mercati , delle pandemie , delle crisi e di imprenditori attaccati unicamente agli utili.

Secondo me se c'è un momento giusto per tentare questa strada è questo ma, appunto, servono imprenditori , vip e sponsor italiani e nerazzurri che sensabilizzino il popolo interista verso questo progetto.

Io ci starei, 1/300000 dell'Inter me lo comprerei ?
 
Alto