Benvenuto!

Registrandoti, potrai mandare messaggi privati agli altri utenti e dialogare con centinaia di tifosi dell'Inter

Registrati adesso è gratis!

Cassano

Nictaux

Vice capitano
Registrato
13 Ottobre 2017
Messaggi
5.722
Solo un idiota che cerca visibilità, non per grana ma solo perchè ha bisogno che si parli di lui.
 
Registrato
5 Aprile 2006
Messaggi
15.801
Meglio di entrambi guarda

Te la metteva dove e come volevi

Con tutto il rispetto per le opinioni altrui, non è accettabile leggere di un ipotetico Cassano superiore a Totti e Baggio. Già l'ipotetico mi fa ridere perché presuppone un universo parallelo dove Anto' da Bari vecchia sarebbe stato un professionista serio. Ma ammettiamolo pure. Davanti a lui ci sarebbero parecchi giocatori (anche un non tanto sottovalutato Gianfranco Zola ad esempio , il primo che mi viene in mente). Quindi parliamo di un buon giocatore, ipoteticamente buonissimo, non di un fuoriclasse. Se poi qualcuno mi cita la frase del pupone, dico che Totti come giocatore è stato grandissimo, come uomo invece lasciamo perdere, compresa la marea di cazzate con cui sta facendo parlare di se ultimamente
 
Registrato
9 Settembre 2014
Messaggi
11.454
A livello di tecnica, visione di gioco, intuizione geniale di giocate che altri non riuscirebbero a concepire neppure dopo avergliele spiegate, per queste cose Cassano è stato assolutamente un top. Poi siamo d'accordo sul fatto che per essere ritenuti non dico un campione ma almeno un giocatore di alto livello ci vuol anche altro (continuità disciplina, spirito di squadra, ecc.) ma a livello tecnico Cassano era un top assoluto e non solo per l'Italia.
 
Registrato
7 Gennaio 2007
Messaggi
2.327
Cassano: “Voglio Higuain al posto di Icardi nell’Inter! Potevo essere come Messi, ma ho fatto troppi errori”
Una sola stagione in nerazzurro per Fantantonio, che lasciò Milano con l’arrivo di Mazzarri

di Marco Accarino, @AccarinoMarco


L’ex fantasista italiano Antonio Cassano è ospite di Sky Sport 24. Grande protagonista del calcio italiano agli inizi degli anni 2000, Fantantonio, così soprannominato fin dai tempi del Bari, ha sviluppato la sua carriera tra Roma e Genova, dove con la maglia giallorossa e con quella della Sampdoria ha saputo conquistarsi anche un posto in Nazionale. Ecco le sue parole: “Fossi nell‘Inter prenderei Higuain e lo metterei al posto di Icardi. L’argentino nerazzurro vuole andare via? Va bene. Gli direi grazie ed arrivederci e prenderei il Pipita perché è un super campione”.

Sul primo gol: “Mi agevolò, mi aiutò molto. Ma io sarei comunque arrivato a fare il calciatore ad alti livelli. Sono pieno di autostima, sono sicuro che ci sarei arrivato prima o poi, era il mio destino. Ma sicuramente quel gol di tacco contro l’Inter mi spianò la strada. In quella partita pensavo che io stavo facendo una grande partita ma che sarebbe stato il mio compagno a diventare famoso. La qualità della mia giocata fu pazzesca, non era casualità: era il talento che Madre Natura mi ha dato. Poi i miei anni migliori li passai alla Sampdoria, sono stati stupendi e con grande continuità. Oppure lo scudetto al Milan“.

Su Garrone: “Di errori ne ho fatti tantissimi, ma quello con Garrone pagherei tutto l’oro del mondo per non rifarlo. Gli mancai di rispetto e rimpiango quel maledetto errore, quel maledetto giorno. Ero molto indispettito e gli chiesi mille volte scusa, sia a lui che ai figli”.


Le partite più belle: “La mia preferita è Italia-Germania, dove vincemmo 2-1 in semifinale degli Europei. Feci una partita clamorosa per 60 minuti. Poi c’è anche Inter-Tottenham (4-1 Europa League 2012-13, ndr), anche lì giocai una gara stratosferica. Come ha detto Totti tempo fa io ho fatto il 50% di quello che realmente potevo fare. Facevo tanti disastri, non mi piaceva fare gli allenamenti. Se io per 15 anni avessi fatto quel che dovevo, diventavo come Messi! L’argentino rimarrà in eterno nella storia del calcio. Cristiano Ronaldo? Grandissimo lottatore ed atleta, ma Leo ha una capacità tecnica incredibile ed irraggiungibile”.

RIMPIANTI – “Non ho rimpianti per quanto riguarda i club. Diciamo che nel 2006 mi sarebbe piaciuto entrare in quella Nazionale che poi si è rivelata Campione del Mondo, ma Lippi aveva delle gerarchie di spogliatoio importanti, non voleva gente che faceva casino nello spogliatoio. Ho giocato nelle squadre più forti al mondo, non posso dire di non essere stato felice e fortunato. Sapevo che anche se avessi fallito, ci sarebbe stato un altro treno ad aspettarmi. Ne ho approfittato un bel po’…”

DERBY – “Quello più bello era quello di Roma. Il gol fatto di testa su Fernando Couto rimarrà nella storia. Quello più affascinante era quello di Genova. Atletico-Real? La differenza è abissale purtroppo, non può essere come gli altri derby”.

CORI INDESIDERATI – “Sconfiggere cori razzisti e violenza? E’ una cosa che ancora oggi non riesco a capire: siamo tutti uguali sulla faccia della terra. Purtroppo quando prendono di mira i calciatori di colore, non capisco. Dicono che qui in Italia non c’è razzismo? Per me sbagliano. Ho la vaga impressione che siamo un Paese razzista”.

BARELLA ED ALLAN – “Qui ora fanno 2-3 partite buone e valgono 50, 60, 70 o 80 milioni. Il calcio sta andando in una direzione che non mi piace e sbagliata, è una roba pazzesca. Allora Thiago Alcantara quanto lo devi pagare? Quanto valevano Iniesta, Xavi e Pirlo? Thiago vale 4-5 volte Barella. Sono tutti giocatori di quantità. E’ follia quello che si dice. Zaniolo erede di Totti? Sì, buonanotte…Lui è uno bravo, è giovane. Gioca molto sul fisico e per fare bene, deve stare bene. Mi piace perché ha anche personalità. Sarà un Pogba? Non lo so, ma mi piace. Se il PSG offre 80 milioni per Allan glielo porterei io a piedi a Parigi”.
 

Nick Berti

Turnover
Registrato
25 Giugno 2005
Messaggi
1.585
Anche lui nella schiera dei pseudo-interisti o amici dell'Inter o ex dell'Inter da cui abbiamo avuto solo inculate:

la lazio, Simeone, Cassano, Campedelli, Di Marco, Ancelotti, Sacchi...

Chissà perché ci hanno portato meglio ex tifosi di altre squadre ... (es.... Nicolino Berti :))
 

Angelus

Stella
Moderatore
Registrato
23 Febbraio 2014
Messaggi
15.505
Cassano: “Voglio Higuain al posto di Icardi nell’Inter! Potevo essere come Messi, ma ho fatto troppi errori”
Una sola stagione in nerazzurro per Fantantonio, che lasciò Milano con l’arrivo di Mazzarri

di Marco Accarino, @AccarinoMarco


L’ex fantasista italiano Antonio Cassano è ospite di Sky Sport 24. Grande protagonista del calcio italiano agli inizi degli anni 2000, Fantantonio, così soprannominato fin dai tempi del Bari, ha sviluppato la sua carriera tra Roma e Genova, dove con la maglia giallorossa e con quella della Sampdoria ha saputo conquistarsi anche un posto in Nazionale. Ecco le sue parole: “Fossi nell‘Inter prenderei Higuain e lo metterei al posto di Icardi. L’argentino nerazzurro vuole andare via? Va bene. Gli direi grazie ed arrivederci e prenderei il Pipita perché è un super campione”.

Sul primo gol: “Mi agevolò, mi aiutò molto. Ma io sarei comunque arrivato a fare il calciatore ad alti livelli. Sono pieno di autostima, sono sicuro che ci sarei arrivato prima o poi, era il mio destino. Ma sicuramente quel gol di tacco contro l’Inter mi spianò la strada. In quella partita pensavo che io stavo facendo una grande partita ma che sarebbe stato il mio compagno a diventare famoso. La qualità della mia giocata fu pazzesca, non era casualità: era il talento che Madre Natura mi ha dato. Poi i miei anni migliori li passai alla Sampdoria, sono stati stupendi e con grande continuità. Oppure lo scudetto al Milan“.

Su Garrone: “Di errori ne ho fatti tantissimi, ma quello con Garrone pagherei tutto l’oro del mondo per non rifarlo. Gli mancai di rispetto e rimpiango quel maledetto errore, quel maledetto giorno. Ero molto indispettito e gli chiesi mille volte scusa, sia a lui che ai figli”.


Le partite più belle: “La mia preferita è Italia-Germania, dove vincemmo 2-1 in semifinale degli Europei. Feci una partita clamorosa per 60 minuti. Poi c’è anche Inter-Tottenham (4-1 Europa League 2012-13, ndr), anche lì giocai una gara stratosferica. Come ha detto Totti tempo fa io ho fatto il 50% di quello che realmente potevo fare. Facevo tanti disastri, non mi piaceva fare gli allenamenti. Se io per 15 anni avessi fatto quel che dovevo, diventavo come Messi! L’argentino rimarrà in eterno nella storia del calcio. Cristiano Ronaldo? Grandissimo lottatore ed atleta, ma Leo ha una capacità tecnica incredibile ed irraggiungibile”.

RIMPIANTI – “Non ho rimpianti per quanto riguarda i club. Diciamo che nel 2006 mi sarebbe piaciuto entrare in quella Nazionale che poi si è rivelata Campione del Mondo, ma Lippi aveva delle gerarchie di spogliatoio importanti, non voleva gente che faceva casino nello spogliatoio. Ho giocato nelle squadre più forti al mondo, non posso dire di non essere stato felice e fortunato. Sapevo che anche se avessi fallito, ci sarebbe stato un altro treno ad aspettarmi. Ne ho approfittato un bel po’…”

DERBY – “Quello più bello era quello di Roma. Il gol fatto di testa su Fernando Couto rimarrà nella storia. Quello più affascinante era quello di Genova. Atletico-Real? La differenza è abissale purtroppo, non può essere come gli altri derby”.

CORI INDESIDERATI – “Sconfiggere cori razzisti e violenza? E’ una cosa che ancora oggi non riesco a capire: siamo tutti uguali sulla faccia della terra. Purtroppo quando prendono di mira i calciatori di colore, non capisco. Dicono che qui in Italia non c’è razzismo? Per me sbagliano. Ho la vaga impressione che siamo un Paese razzista”.

BARELLA ED ALLAN – “Qui ora fanno 2-3 partite buone e valgono 50, 60, 70 o 80 milioni. Il calcio sta andando in una direzione che non mi piace e sbagliata, è una roba pazzesca. Allora Thiago Alcantara quanto lo devi pagare? Quanto valevano Iniesta, Xavi e Pirlo? Thiago vale 4-5 volte Barella. Sono tutti giocatori di quantità. E’ follia quello che si dice. Zaniolo erede di Totti? Sì, buonanotte…Lui è uno bravo, è giovane. Gioca molto sul fisico e per fare bene, deve stare bene. Mi piace perché ha anche personalità. Sarà un Pogba? Non lo so, ma mi piace. Se il PSG offre 80 milioni per Allan glielo porterei io a piedi a Parigi”.
Parole sante. Uno dei pochi che ha il coraggio di dirlo pubblicamente.
 
L

Link88

Guest
se ci é arrivato anche lui a capire che il calcio di oggi ha completamente messo classe e talento nel cassetto...centrocampisti come xavi, iniesta e pirlo, gente che avrebbe potuto giocare insieme da bendati, non ne vedremo più
 

Nictaux

Vice capitano
Registrato
13 Ottobre 2017
Messaggi
5.722
se ci é arrivato anche lui a capire che il calcio di oggi ha completamente messo classe e talento nel cassetto...centrocampisti come xavi, iniesta e pirlo, gente che avrebbe potuto giocare insieme da bendati, non ne vedremo più

in compenso noi abbiamo spesso in campo gente che sembra giochi bendata sul serio