• Benvenuto! Sei atterrato sul forum dell'Inter più frequentato del web. Iscriviti subito per interagire con centinaia di tifosi neroazzurri.
    Ti aspettano giochi a premi e mille altre sorprese.   Clicca qui per registrarti adesso!

Cosa stai leggendo?

IceAgeKing

Fuoriclasse
12.710
4.368
74
Finito piú o meno due settimane fa, interessante, non facilissimo da capire ma bello breve. Alla fine e' una semplice introduzione, niente di piú.

Iniziato "Dio di illusioni" di Donna Tartt in lingua originale
Non male finora, trama un pó ridicola ma scritto molto bene
Finito
Storia incredibile
Non so se Donna Tartt assume droghe, ma se sí sono droghe belle pesanti
E magari pure tanto alcohol

Iniziato


Regalo di Natale da parte di uno zio
 

IceAgeKing

Fuoriclasse
12.710
4.368
74
Finito Baricco
Grande delusione, fin imbarazzante

Iniziato "Niente di nuovo sul fronte occidentale" di Remarque
 

IceAgeKing

Fuoriclasse
12.710
4.368
74
Non mi sta prendendo con tutto che Dick lo adoro, ma questo e' molto diverso imo
Finito
UNA M3RDA 💩💩💩💩💩

Vado sul sicuro e mi rileggo uno dei miei preferiti (dopo ben quattro anni) per rimediare... "Quanto pesano i fantasmi" di Tim O'Brien, racconti su soldati USA nel Vietnam... Stupendo e struggente
 

il becca

Capitano
7.985
5.412
73
Sto rileggendo "the brief wondrous life of Oscar Wao", in vista di una vacanza a Samana' nelle prossime settimane.
Capolavoreggiante.
lo raccomando in particolare a @il_Doc

 

il becca

Capitano
7.985
5.412
73
come mai me lo raccomandi?
Oltre ad essere un libro secondo me bellissimo (e che pertanto raccomando a tutti), che parla di un periodo storico in generale poco conosciuto (il trujillismo a Santo Domingo) è anche scritto in uno stile di “realismo magico moderno”, che preleva moltissimo da fantasy, sci-fi e RPGs, specialmente Tolkien e D&D, con un sacco di riferimenti en-passant che penso che tu apprezzeresti particolarmente.

Anzi in alcuni casi i riferimenti sono molto sottili e per me li colgono solo un certo tipo di "nerds" (detto con accezione assolutamente positiva). Non che sia essenziale capirli per apprezzare il libro, (in questo e' diverso, per esempio, da "Ready Player One", molto piu' direttamente scritto per quel tipo di pubblico), ma danno adito ad un sacco di "a-ha! moments" di grossa soddisfazione perche' sai che il lettore medio non li cogliera' mai appieno e nelle loro sfumature.

In aggiunta, visto il linguaggio molto sui generis, pieno di neologismi e parti in gergo, spagnolo e/o spanglish, suggerisco fortemente di leggerlo in lingua originale, se appena possibile.
 

DaVeHearth

Pallone d'oro
24.906
9.849
84
Storia d'Italia del Maestro Montanelli.

Dopo Storia della Grecia, ho appena finito questo:



Troppo forte.
Stile di scrittura irresistibile, Roma raccontata in modo scanzonato, dissacrante, leggero, divertente. Insolente.
La raccontassero cosí a scuola, almeno come biglietto di presentazione iniziale, se ne appassionerebbero tutti.
Da imporre come testo obbligatorio, tipo Guerra e pace per i russi o i nostri Promessi Sposi.

Logicamente un po' approssimativo dal punto d vista storico, per renderlo cosí accattivante qualche dazio va pagato, specie la parte finale é liquidata un po' tanto in fretta, ma compensa con una quantitá infinita di aneddoti, freddure e sottili ironie che lasciano di buon umore.
Maestro inarrivabile.

Ora sto leggendo:



...che aggiungere?
Che vista l'approssimazione con cui liquida la parte finale della storia di Roma, riparte ponendo rimedio nelle prime 100 pagine, con excursus interessanti su Goti, Unni, Vandali e ariani.

Spettacolo.
 

Obdulio Varela

Pallone d'oro
20.041
11.528
96
Storia d'Italia del Maestro Montanelli.

Dopo Storia della Grecia, ho appena finito questo:



Troppo forte.
Stile di scrittura irresistibile, Roma raccontata in modo scanzonato, dissacrante, leggero, divertente. Insolente.
La raccontassero cosí a scuola, almeno come biglietto di presentazione iniziale, se ne appassionerebbero tutti.
Da imporre come testo obbligatorio, tipo Guerra e pace per i russi o i nostri Promessi Sposi.

Logicamente un po' approssimativo dal punto d vista storico, per renderlo cosí accattivante qualche dazio va pagato, specie la parte finale é liquidata un po' tanto in fretta, ma compensa con una quantitá infinita di aneddoti, freddure e sottili ironie che lasciano di buon umore.
Maestro inarrivabile.

Ora sto leggendo:



...che aggiungere?
Che vista l'approssimazione con cui liquida la parte finale della storia di Roma, riparte ponendo rimedio nelle prime 100 pagine, con excursus interessanti su Goti, Unni, Vandali e ariani.

Spettacolo.
Io ho preso in edicola l'intera "Storia d'Italia" di Montanelli, anni fa. Concordo sulla piacevolezza dello stile e l'umorismo.
Del resto, anche il grande Mommsen scrisse la "Storia di Roma" con piglio da giornalista.

Come introduzione divulgativa, va più che bene, anche se datata.
 

DaVeHearth

Pallone d'oro
24.906
9.849
84
Io ho preso in edicola l'intera "Storia d'Italia" di Montanelli, anni fa. Concordo sulla piacevolezza dello stile e l'umorismo.
Del resto, anche il grande Mommsen scrisse la "Storia di Roma" con piglio da giornalista.

Come introduzione divulgativa, va più che bene, anche se datata.
Anche io l'avevo in casa tutta da anni, ma colpevolmente intatta.

Cmq certo, è storicamente approssimativo, non è quello il punto forte nè penso l'obiettivo.
È un delizioso biglietto da visita.
Ma scritto in modo davvero piacevole.

Me la leggerò finalmente tutta.
 

Numerodue

Bandiera
Moderatore
28.169
9.616
81
Se volete capire bene che razza di gente sono gli Agnelli e da dove derivi lo "stile Juventus"


 
Alto