La fogna BBilanella

dite la verità!!! si palesi l'eroe (anche in privato nel caso:ghigno)
l'autore del topic "nostalgia del vecchio milan. dove sei finito?" deve essere per forza uno di noi infiltrato :cod :cod :cod
altrimenti sono messi proprio male:ghigno

Apro questa discussione per lanciare uno sfogo: dove sei finito caro Vecchio Ac MIlan 1899? quello che metteva paura a qualsiasi squadra del pianeta anche se non affrontava delle grandi annate??
Quello che sapeva distinguersi dalle altre squadre italiane per lo spirito europeo e il "DNA" che non aveva nessun altro.
Ieri sera i "colletti bianchi" del Milan attuale, festeggiavano dopo un eliminazione dalla CHAMPIONS LEAGUE.
mi ricordo che gente come Seedorf (per citarne uno a caso),se falliva un ottavo di finale si metteva a PIANGERE. e parliamo di un ottavo,non una finale.
questi festeggiano. perchè possono continuare a nascondere la sabbia sotto al tappeto,non devono affrontare le loro responsabilità: Pioli confermatissimo perchè nei "parametri" di una società senza ambizione.
MI chiedo: tornerà prima o poi quel MIlan?? io non dico il ventennio di Berlusconi( gli ultimi 10 imbarazzanti),mi basta anche la metà della metà di quello.
non mi da fastidio perdere,ma l'essere delle comparse,essere degli sparring partner,e questo fa malissimo.
un saluto a tutti e FORZA MILAN


meraviglioso :cod :cod
 
Avete letto i loro commenti sul fatto che Bergomi ha dichiarato di essere stato tifoso sbagliato da bambino?
A parte che lo si sapeva e lo aveva ammesso anche precedentemente, ma leggete i commenti di questi poveri mentecatti:

Almeno lo zio non è pezzo di melda come presunti rossoneri tipo Scloin e Chiellini
Grande zio Beppe!
Ora capisco tante cose...
Mi sei sempre stato simpatico e adesso ancora molto di più!
Comunque sono talmente inferiori che perfino le loro bandiere sono... milaniste.
Infatti caso strano è uno dei pochi interisti obiettivi e di alta caratura come persona.
 

IL-Beck

Campione
Avete letto i loro commenti sul fatto che Bergomi ha dichiarato di essere stato tifoso sbagliato da bambino?
A parte che lo si sapeva e lo aveva ammesso anche precedentemente, ma leggete i commenti di questi poveri mentecatti:

Almeno lo zio non è pezzo di melda come presunti rossoneri tipo Scloin e Chiellini
Grande zio Beppe!
Ora capisco tante cose...
Mi sei sempre stato simpatico e adesso ancora molto di più!
Comunque sono talmente inferiori che perfino le loro bandiere sono... milaniste.
Infatti caso strano è uno dei pochi interisti obiettivi e di alta caratura come persona.

Gli inferiori siamo noi. Una società di mentecatti sin dalla fondazione. Si rifiutavano di avere tesserati stranieri tanto erano gretti e meschini da determinare uno scisma: l'unica cosa buona prodotta da sto branco di falliti del *****.
 
A momenti mi commuovo :cod

Dopo il loro terzo gol tornammo a gestire noi il pallone e ad avere occasioni.
Ricordo ancora quella ai supplementari di Sheva. La rividi anni dopo, con telecamera dietro la porta. Mi si ghiacciò il sangue. Ancora una volta. Come se fosse in diretta. Colpo di testa, Dudek para, è a terra, la palla torna a Sheva, tutta la porta libera, a due metri da lui, può prenderla anche con l’uccello e avrebbe segnato. Invece la prende con un mezzo esterno collo, invece di andare dritta la palla parte verso destra e finisce contro Dudek che era steso a terra.
Sto soffrendo ancora, ogni qual volta lo ricordo.
Giocammo come si gioca il calcio in paradiso. Il terzo gol, dopo veronica del maestro Pirlo, su apertura di Kakà ad affettare la difesa delle melme rosse e Crespo che la tocca con il velluto, scavetto mezzo esterno destro di prima.
Eravamo bellissimi, degli dei prestati al calcio terreno.
Noi tifosi veri ci ricordiamo tutto. Noi tifosi veri meritiamo di ritornare sul tetto del mondo. Furlani, Moncada, Scaroni no.
Loro non sanno niente del Milan. Non sanno cosa si prova ad amare questa squadra. Non sono nulla.
 
E ancora:


Per me Atene è stata una liberazione.

Dopo quella maledetta finale persa non so quante notti non ho dormito e immagino anche i giocatori quando Maldini disse dopo un mese che non dormiva neanche lui.

Atene è stata come togliere un chiodo conficcato nel cervello e nel cuore. Poi proprio contro di loro. Non immaginate il casino che ho fatto per festeggiare.
Instanbul non pesava più come prima.
Quanto avrei voluto che ci fossero anche Shevchenko e il Dudek maledetto.

Riguardo la squadra quella del 2005 è stata la più forte dell'era Ancelotti.
Il primo tempo della finale maledetta era poesia del calcio. Nessun Milan, anzi nessuna squadra al mondo aveva mai espresso quel calcio meraviglioso.
Ricordo quel primo tempo ancora oggi senza aver mai più rivisto quella partita.

E, visto il nostro pesante ridimensionamento di oggi, vorrei tanto tornare a quei tempi. Perdiamo la finale? Pazienza. Ne giocheremo un'altra
 
Alto