Benvenuto!

Registrandoti, potrai mandare messaggi privati agli altri utenti e dialogare con centinaia di tifosi dell'Inter

Registrati adesso è gratis!

Luciano Spalletti

Registrato
3 Gennaio 2012
Messaggi
41.230
spalletti-segno-resa-630x415.jpg


Spalletti, ma cos’hai in testa? “Lottiamo senza segno di resa. Il 2020 ci ha insegnato che…”​


Originale, come personaggio insegna. Luciano Spalletti ha scelto una foto piuttosto curiosa per augurare a tutti un buon 2021. Con tanto di parrucca bionda in testa stile Cugini di Campagna, l’ex allenatore dell’Inter ha scritto su Instagram

Che sia un nuovo anno nel ricordo di chi ci ha insegnato a non dare mai niente per scontato… Buona lotta a tutti senza alcun segno di resa. Che il 2021 sia dentro di Noi. AUGURI“.


prima le anitre ora la parrucca, mi sa che ha bisogno di lavorare al più presto. :facepalm
 

Brasillach

Pallone d'oro
Registrato
19 Maggio 2007
Messaggi
21.055

"Clamoroso, Spalletti nuovo ct del Cile? È tra i candidati per sostituire Rueda"​

Secondo i media sudamericani, il tecnico di Certaldo, sotto contratto con l'Inter, potrebbe intraprendere la sua prima esperienza sulla panchina di una nazionale
 
Registrato
9 Settembre 2014
Messaggi
11.454
Ieri sera, a precisa domanda se avesse visto la serie di Sky tratta dal libro di Totti e Condò, Capello ha risposto di non averla vista e di non avere intenzione di guardarla perché non condivide il modo in cui era stato trattato Spalletti (evidentemente conosceva già il libro, visto che Condò è un suo compagno di trasmissione). Io invece l'ho vista e sono d'accordo, Luciano è sicuramente un tipo un po' bizzarro ma di certo non è il pazzo psicopatico come viene dipinto nella serie per quanto riguarda la sua seconda esperienza alla Roma, mentre si dice un gran bene di lui (soprattutto dal punto di vista umano) per la prima. Tra l'altro Tognazzi (che non è Lawrence Olivier ma rispetto agli altri per lo meno una parvenza di essere un attore ce l'ha) lo imita benissimo, anche il tono di voce è molto simile all'originale, anche se sull'accento Toscano qualcosina ci sarebbe da limare.
Visto i colleghi che ci sono in giro, Spalletti non faticherà a trovare una panchina di buon livello appena ritorna in circolazione, liberandoci dal gravame del suo ingaggio.
 

richman90

Titolare
Registrato
8 Novembre 2009
Messaggi
3.899
Ieri sera, a precisa domanda se avesse visto la serie di Sky tratta dal libro di Totti e Condò, Capello ha risposto di non averla vista e di non avere intenzione di guardarla perché non condivide il modo in cui era stato trattato Spalletti (evidentemente conosceva già il libro, visto che Condò è un suo compagno di trasmissione). Io invece l'ho vista e sono d'accordo, Luciano è sicuramente un tipo un po' bizzarro ma di certo non è il pazzo psicopatico come viene dipinto nella serie per quanto riguarda la sua seconda esperienza alla Roma, mentre si dice un gran bene di lui (soprattutto dal punto di vista umano) per la prima. Tra l'altro Tognazzi (che non è Lawrence Olivier ma rispetto agli altri per lo meno una parvenza di essere un attore ce l'ha) lo imita benissimo, anche il tono di voce è molto simile all'originale, anche se sull'accento Toscano qualcosina ci sarebbe da limare.
Visto i colleghi che ci sono in giro, Spalletti non faticherà a trovare una panchina di buon livello appena ritorna in circolazione, liberandoci dal gravame del suo ingaggio.
Me lo sto a vede. Praticamente si è imposto su Totti, ma si è piegato a Icardi. Vabbè è un film, e come tale romanza di brutto e lo mette in cattiva luce. La verità la sanno solo loro
 

etingo

Vice capitano
Registrato
22 Marzo 2010
Messaggi
5.185
Me lo sto a vede. Praticamente si è imposto su Totti, ma si è piegato a Icardi. Vabbè è un film, e come tale romanza di brutto e lo mette in cattiva luce. La verità la sanno solo loro
Era la società che era stanca e non ci ha pensato due volte... dopo ha fatto fuori anche de rossi e florenzi
 
Registrato
9 Settembre 2014
Messaggi
11.454
Me lo sto a vede. Praticamente si è imposto su Totti, ma si è piegato a Icardi. Vabbè è un film, e come tale romanza di brutto e lo mette in cattiva luce. La verità la sanno solo loro

Il problema è che Totti, così come anche Icardi, può sbandierare il suo punto di vista ai quattro venti, scriverci un libro, farci un film, mentre Spalletti se vuole avere ancora la possibilità di allenare a buoni livelli se ne deve stare zitto e tenere per sé la sua verità. E ti dirò che ho amicizie e parentele con persone molto vicine a Spalletti, neppure a loro ha mai raccontato la sua versione personale, ma solo quella per così dire "ufficiale". La verità la sanno solo lui, forse i suoi familiari, i suoi più stretti collaboratori, stop. A noi rimane la curiosità ...
 

piotor

Stella
Moderatore
Registrato
15 Agosto 2010
Messaggi
16.226
Serie che non guardero' *mai*.

In Italia abbiamo il brutto vizio di non saper separare artista (in senso lato) e uomo. Anzi, tendiamo a volutamente unire i due creando super personaggi pop che assurgono allo stato di semi-divinita'.

Gattuso con il suo fascino Neanderthaliano e' un cucciolone
Pirlo e' il maestro, sempre e comunque, anche quando scoreggia
La Pellegrini ha il suo fascino da dolcemente complicata
Rossi e' un ragazzotto simpatico, anche quando evade il fisco

E ovviamente Totti, che puo' fare una carriera piena di uscite da burino antisportivo (Manninger, sputo, Balotelli) e restera' sempre un idolo nazionale per partito preso.

Poi almeno fosse morto (non te lo auguro, France'). Ma fare una docu-fiction ad uno che ha 44 anni mi sembra folle..
 

PupiKova

Vice capitano
Registrato
3 Luglio 2013
Messaggi
6.765
la sto guardando più per curiosità che per vero interesse.
da quel che vedo si sta confermando l'impressione che ho sempre avuto su Totti: uno che si è sempre sentito almeno un gradino sopra la Roma.

lui era il sole dell'universo Roma, tutto doveva girare attorno a lui, doveva sapere tutto, doveva essere interpellato su tutto e guai a chiedergli di impegnarsi come gli altri in allenamento, mica era un "pischello" della primavera.

assurdo il fatto che da giocatore avesse un ufficio personale.

infine, per quel che ho "conosciuto" Spalletti nei suoi anni all'Inter, credo proprio che per trattare Totti in quel modo avesse più di una sensazione sul fatto che lui avesse contribuito ad allontanarlo dalla Roma.
 
Registrato
3 Gennaio 2012
Messaggi
41.230
per spalletti non è stato facile gestire il trapasso agonistico di un mito che non voleva accettare la realtà, cioè che era ora di andare verso la dorata pensione, che poi si è puntualmente verificata una volta che è andato via l'allenatore toscano.
dopo quello che è successo ammiro ancora di più il comportamento esemplare di giocatori come zanetti, che hanno lasciato il campo con onore e a testa alta.
 
Registrato
16 Giugno 2019
Messaggi
3.161
Francamente trovo inutile commentare la serie sul merito della vicenda reale: in fondo, è tratta dal libro di Totti e Condò, quindi riporta chiaramente una sola versione.

Si può giudicare questa serie solo dal punto di vista artistico, ma non è questo il thread.
 

El Principe89

Vice capitano
Registrato
18 Giugno 2012
Messaggi
7.415
Spalletti aveva ragione sia su Totti che su Icardi, entrambi pensavano solo a se stessi a discapito della squadra, è un dato di fatto, poi nella serie Tv di Totti è ovvio che vedrai solo il punto di vista del calciatore che dopo anni non ha ancora accettato il ritiro, ma parliamo di uno che pensava di poter fare il direttore sportivo della Roma solo perché era Totti :cod
Spalletti è un ottimo allenatore che ci ha portato in CL con squadra modesta e continui casini interni tra giocatori infami e dirigenza assente come al solito.
 
Registrato
7 Settembre 2005
Messaggi
13.394
Un allenatore troppo personaggio, troppo egocentrico! E io caso Totti lo dimostra....c ha portato 2 anni consecutivi in Champions all ultima giornata dopo immani occasioni perse e immani sofferenze. Poteva e doveva fare meglio.