Serie C

Sal

Stella
18.867
1.814
68
antenucci (che cmq qui è retrocesso in C2 , ma era un ragazzino :ghigno) ha più di 100 partite in Serie C, la categoria la conosce benissimo, è uno che ha mangiato polvere prima di assaporare la Serie A
è un acquisto che ci sta anche per questo
Non avete capito il mio ragionamento..anche lodi biagianti son cresciuti in serie C ,ma 10,15 anni fa..non sono più ragazzini, sono dei bradipi adesso è in serie c bisogna correre..idem antenucci che ne ha 35 ..poi cmq può succedere che Antenucci a bari farà la differenza..differenza che cmq fa anche lodi giocando da fermo, ha fatto tanti gol importanti quest anno e l anno scorso, ma in molte altre partite del campionato ha sofferto tantissimo e x la squadra è stato un giocatore in meno,idem biagianti
 

IlGiardiniere

Moderatenhag
Moderatore
82.573
39.249
87
Non avete capito il mio ragionamento..anche lodi biagianti son cresciuti in serie C ,ma 10,15 anni fa..non sono più ragazzini, sono dei bradipi adesso è in serie c bisogna correre..idem antenucci che ne ha 35 ..poi cmq può succedere che Antenucci a bari farà la differenza..differenza che cmq fa anche lodi giocando da fermo, ha fatto tanti gol importanti quest anno e l anno scorso, ma in molte altre partite del campionato ha sofferto tantissimo e x la squadra è stato un giocatore in meno,idem biagianti
Non è così
Lodi non aveva mai giocato in Serie C in vita sua prima di questo anno al Catania, puoi anche verificare
è stato catapultato in C a fine carriera dopo una gavetta in B e in A
Biagianti boh , stai parlando di un giocatore medio
Antenucci è sostanzialmente un giocatore di Serie B , quella è la "sua" categoria, la A l ha assaporata
è uno che è abituato a mettersi in gioco in queste realtà e quindi penso vada benissimo, anche perché il livello nel 2019 è basso

p.s. pinto non lo conosco
 
  • Like
Reactions: Sal

Sal

Stella
18.867
1.814
68
Non è così
Lodi non aveva mai giocato in Serie C in vita sua prima di questo anno al Catania, puoi anche verificare
è stato catapultato in C a fine carriera dopo una gavetta in B e in A
Biagianti boh , stai parlando di un giocatore medio
Antenucci è sostanzialmente un giocatore di Serie B , quella è la "sua" categoria, la A l ha assaporata
è uno che è abituato a mettersi in gioco in queste realtà e quindi penso vada benissimo, anche perché il livello nel 2019 è basso

p.s. pinto non lo conosco
si vero, c'hai ragione su tutto,biagianti però in serie A faceva la differenza,era insostituibile per il catania,in tutti gli anni che ha militato nella massima serie
 

Steven Bradbury

Titolare
4.388
1.925
48
Oggi le decisioni del Consiglio Federale sugli organici di serie C...6 i posti liberi, con le rinunce di Albissola, Lucchese e Siracusa e le bocciature di Arzachena e Foggia( che nemmeno hanno fatto ricorso), a cui si aggiunge il Venezia riammesso in B al posto del Palermo...le 3 rinuncianti vengono sostituite con le riammissioni delle retrocesse Virtus Verona, Fano e Paganese, a cui si aggiungono i ripescaggi di Modena e Reggio Audace( che spero possa tornare il più presto possibile al nome Reggiana, tra pochi giorni l'asta per il marchio)...respinte per problematiche allo stadio la richiesta di riammissione del Bisceglie( a cui come visto è subentrata la Paganese, che gli era dietro in graduatoria) e quella di ripescaggio del Cerignola...dunque per il momento C a 59 squadre e non 60. Le due deluse di oggi tenteranno di sicuro la strada del ricorso al CONI, da presentare entro due giorni...da vedere se in caso di bocciatura confermata la C verrà lasciata a 59 oppure si riapriranno i termini per trovare la sessantesima...ci spera soprattutto il Taranto, anche se servirebbe oltre a riaprire i termini che in seconda battuta venga tolta la preclusione per chi era già stato ripescato negli ultimi 5 anni...potrebbe sperare anche la Turris, che non ha fatto domanda nell'impossibilità di avere lo stadio in regola per il termine del 5 luglio, oppure una società di A ripensarci e decidere di inserire la sua seconda squadra, ma non ci sono certezze che davvero si riaprano i termini, come detto in caso di nuova bocciatura per Bisceglie e Cerignola il campionato potrebbe benissimo restare a 59, del resto da quando esiste l'attuale format, dal 2014, solo in due stagioni( 2014-15 e 2016-17) ci sono state tutte le 60 squadre previste. E del resto i tempi fanno pensare che si possa restare così, volendo già stilare i calendari il 25 luglio.
 

Sal

Stella
18.867
1.814
68
Oggi le decisioni del Consiglio Federale sugli organici di serie C...6 i posti liberi, con le rinunce di Albissola, Lucchese e Siracusa e le bocciature di Arzachena e Foggia( che nemmeno hanno fatto ricorso), a cui si aggiunge il Venezia riammesso in B al posto del Palermo...le 3 rinuncianti vengono sostituite con le riammissioni delle retrocesse Virtus Verona, Fano e Paganese, a cui si aggiungono i ripescaggi di Modena e Reggio Audace( che spero possa tornare il più presto possibile al nome Reggiana, tra pochi giorni l'asta per il marchio)...respinte per problematiche allo stadio la richiesta di riammissione del Bisceglie( a cui come visto è subentrata la Paganese, che gli era dietro in graduatoria) e quella di ripescaggio del Cerignola...dunque per il momento C a 59 squadre e non 60. Le due deluse di oggi tenteranno di sicuro la strada del ricorso al CONI, da presentare entro due giorni...da vedere se in caso di bocciatura confermata la C verrà lasciata a 59 oppure si riapriranno i termini per trovare la sessantesima...ci spera soprattutto il Taranto, anche se servirebbe oltre a riaprire i termini che in seconda battuta venga tolta la preclusione per chi era già stato ripescato negli ultimi 5 anni...potrebbe sperare anche la Turris, che non ha fatto domanda nell'impossibilità di avere lo stadio in regola per il termine del 5 luglio, oppure una società di A ripensarci e decidere di inserire la sua seconda squadra, ma non ci sono certezze che davvero si riaprano i termini, come detto in caso di nuova bocciatura per Bisceglie e Cerignola il campionato potrebbe benissimo restare a 59, del resto da quando esiste l'attuale format, dal 2014, solo in due stagioni( 2014-15 e 2016-17) ci sono state tutte le 60 squadre previste. E del resto i tempi fanno pensare che si possa restare così, volendo già stilare i calendari il 25 luglio.
 

Steven Bradbury

Titolare
4.388
1.925
48
Vediamo...le ragioni delle due bocciature sono l'impianto di illuminazione per entrambe, e anche le dimensioni del campo per il Cerignola...in caso venissero accolti entrambi i ricorsi dal CONI, mi chiedo se si finirebbe a 61( i diritti acquisiti non si toccano) o se per inserire il Bisceglie verrà rideclassata la Paganese( i posti per le riammissioni sono 3, visto che 3 sono state le mancate domande di iscrizione, venisse accolto il ricorso del Bisceglie e non rimandando in D la Paganese si avrebbero invece 4 riammesse...ma d'altronde come detto i diritti acquisiti come quello dei campani non sarebbe giusto toccarli, il CONI dovesse dare ragione al Bisceglie credo sarebbe una riammissione in sovrannumero, quindi propendo per le 61 se dovessero vincere il ricorso entrambe le pugliesi).
 
Ultima modifica:

Steven Bradbury

Titolare
4.388
1.925
48
Un anno fa di questi tempi scoppiava in serie C la grana Finworld...società assicurativa che la Banca d'Italia aveva escluso dal novero di quelle autorizzate ad emettere fidejussioni, ma a cui il Consiglio di Stato, in attesa di discuterne il ricorso contro tale decisione, aveva concesso una sospensiva permettendole nel frattempo di tornare ad emetterle...12 squadre, due di B e 10 di C, si iscrissero al campionato con fidejussioni Finworld, poi l'11 luglio, a loro iscrizione già avvenuta, il Consiglio di Stato revocò la precedente sospensiva accogliendo un controricorso della Banca d'Italia a causa credo di nuove irregolarità...dunque 12 squadre già iscritte ai loro campionati si trovarono con una fidejussione non più valida, e l'allora commissario FIGC stabilì che dovessero presentarne una nuova, altrimenti avrebbero avuto penalizzazione di 8 punti in classifica e 350k di multa( l'equivalente della fidejussione)...che fine hanno fatto un anno dopo queste società rivoltesi alla controversa Finworld( il cui ricorso nel frattempo è stato definitivamente respinto dal Consiglio di Stato, per cui ha chiuso con le fidejussioni)?

Matera-escluso a campionato in corso, dopo aver accumulato 34 punti di penalizzazione più altri 8 ad esclusione avvenuta
Pro Piacenza-escluso a campionato in corso, 16 punti di penalità accumulati e la partita della vergogna di Cuneo
Cuneo-21 punti di penalità, retrocesso in D e non ha fatto domanda di iscrizione al nuovo campionato
Lucchese-23 punti di penalità, salva ai playout ma non fa domanda di iscrizione al nuovo campionato
Siracusa-6 punti di penalità, non fa domanda per iscriversi alla nuova stagione
Arzachena-non si iscrive al nuovo campionato
Palermo( serie B)-non iscritto al prossimo campionato
Reggina-sarebbe stata esclusa a stagione in corso come Matera e Pro Piacenza se non fosse arrivata la nuova proprietà, 4 punti di penalità
Teramo-non si sarebbe iscritto al nuovo campionato, se non avesse cambiato proprietà
Juve Stabia-promossa in B, ma per tutta la stagione dubbi sulla reale proprietà, che alla fine pare fossero quelli del Pisa di Gattuso, i Petroni, ora passati a Trapani...pare ci sia un nuovo proprietario adesso, ma senza la promozione esisterebbero ancora?

Nulla teoricamente da segnalare invece sul Rende, e sul Lecce neopromosso in A, anch'esse tra le società Finworld un anno fa, nel secondo caso specialmente la cosa sorpende un po' visto che la società leccese pare solida. In ogni caso, ennesima disastrosa eredità della pessima gestione commissariale della FIGC.
 

Sal

Stella
18.867
1.814
68
Camplone: "Spero di poter entrare nella storia di questa società"

Le prime parole da tecnico dell'Elefante da parte dell'ex mister di Perugia, Benevento e Cesena

Di seguito le prime parole 'rossazzurre' di Andrea Camplone, allenatore del Calcio Catania per la stagione 2019/2020, presentato questa mattina nella sala stampa di Torre del Grifo:

«Sono felicissimo di stare qua. Quando mi ha chiamato il direttore, cosa che non mi aspettavo, ho preso il primo aereo e sono corso qua. Non me l’aspettavo di essere chiamato quest’anno, ma l’anno scorso (ride, ndr). Questa è una società che non merita questa categoria e ha tanta voglia di risalire. Stiamo cercando di costruire una squadra competitiva, cosa che stanno facendo anche le nostre rivali. Spero di poter entrare nella storia di questa società. Non si può dire di no a Catania. Dopo aver visto una struttura del genere è stato facile mettersi d’accordo».

«Le ricette giuste non esistono, bisogna che tutte le componenti vadano per il verso giusto. Il calcio è classe e corsa, non è solo classe. Ci sono i 'portatori d’acqua' e poi quelli che devono inventare. Per questa categoria ci vuole tanta corsa. Credo nel lavoro e in questo progetto, ho firmato per un anno perché non mi piace rubare da nessuna parte, mi piacciono le sfide e questa è una grandissima sfida e voglio guadagnarmi la riconferma. Con me un giocatore non gioca se non fa quello che dico io in campo, se non corre. Se un giocatore si allena al 40% non credo possa giocare la domenica».

«La mia esperienza è cominciata con il 4-3-3. Ho avuto un cambio a Perugia perché la squadra era diventata piatta, e poi ho vinto il campionato. Secondo me un allenatore deve lavorare su due moduli. Il nostro secondo modulo sarà anche offensivo. Io non cambio giusto per cambiare, cercherò di inculcare una mentalità propositiva sia in casa che fuori. A me piace attaccare con più uomini. Mi piace attaccare anche se dovessimo rimanere in dieci. Per quanto riguarda gli esterni d’attacco abbiamo diverse soluzioni, forse serve una pedina, bisogna puntellare un po’ più il centrocampo, ma non dimentichiamoci che questa squadra l’anno scorso è arrivata quarta, quindi non c’è da smantellare. Dobbiamo avere una mentalità nostra».

«A me piace parlare poco, non sono un chiacchierone, ma un testone, un metodico e non mi piace giudicarmi. Son cresciuto con Galeone. Lui ci diceva sempre di pensare a noi stessi e mai all’avversario. Oggi il calcio è cambiato, si studia tanto l’avversario, ma i giocatori non dobbiamo appesantirli troppo, del resto è una partita, un gioco, che rispecchia anche la scuola. Se tu hai un esame e non studi non lo passi. Se hai una partita e ti alleni al massimo fai bene».

«Se un giocatore ha le qualità e la personalità per giocare, può farlo anche nei campi difficili. A me non piace chi butta la palla e basta. Chi viene qui sa che deve fare un calcio diverso e dare il massimo. Io ho avuto sempre squadre abbastanza giovani. Se un ragazzino è bravo lo faccio giocare, non mi faccio problemi. Io non guardo nessuno, se il ragazzino è bravo che ben venga».

«Lodi per le qualità che ha potrebbe fare più ruoli, il problema è che i calciatori devono sposare quei ruoli. Per me dovrebbe giocare davanti la difesa e toccare minimo cento palloni a partita, deve essere un play maker di costruzione. E per me il play maker è fondamentale nel mio 4-3-3. Nessuno ha il posto assicurato, parla il campo, il collettivo è molto importante per raggiungere i risultati».

«Farò una riunione tecnica con la squadra e inizierò a lavorare sulla testa dei giocatori inculcando il mio pensiero. Valuteremo tutti i giocatori. Io sono stato a Benevento, che ha vinto il campionato quando ha speso meno. Quindi non è detto che bisogna spendere tanto per vincere. La Juve ha preso Ronaldo e non ha vinto niente, solo il campionato».

«Il portiere non è quello di una volta, oggi è un giocatore come un altro, deve fare allenamenti con la squadra, è un giocatore a tutti gli effetti, bisogna fargli fare la tecnica, perché quando gli arriva la palla deve saperla gestire».

«Il calcio femminile è stata una bella cosa, non gli si dava mai importanza. Mi sono divertito a vedere le loro partite».
 

Sal

Stella
18.867
1.814
68
Il Bari come previsto sta costruendo uno squadrone, prende anche Frattali e Scavone dal Parma.
era scontato,ma il bari per avere la sicurezza di risalire in B deve fare come il parma di qualche annetto fa..,avere la protezione degli arbitri,perchè senza questa protezione faranno fatica anche loro a vincere il campionato...occhio al catanzaro quest'anno,stanno costruendo una rosa di livello x questa categoria,eh già erano fortissimi l anno scorso...poi c'hanno in panca il mourinho della serie C
 

Sal

Stella
18.867
1.814
68
Marotta: "Grazie a tutti, anche a chi mi ha fischiato"

Il saluto social dell'attaccante campano, passato da qualche giorno alla corte del L.R. Vicenza

"Da oggi per me inizia una nuova avventura l ennesima della mia carriera,l affronterò come ho sempre fatto,professionalità,cuore e impegno! Ci tengo a ringraziare tutta la gente di Catania, chi mi ha applaudito e fischiato, dispiace non aver potuto avverare il sogno di una città che vive di calcio, ma purtroppo non è oro tutto quello che luccica! Sono una persona che non lascia mai niente a metà,ma purtroppo non bastava la mia volontà di rimanere. Vi auguro le migliore fortuna e di tornare quanto prima dove merita la città il pubblico e i ragazzi della squadra, voi siete da serie A!
 

Steven Bradbury

Titolare
4.388
1.925
48
Pare la Juve B prenda il bomber Mota Carvalho dall'Entella...ecco, che le squadre B si possano pigliare i big di categoria mi fa incazzare. Non sono contrario alle squadre B, ma le voglio solo palestra per i giovani del proprio settore giovanile, non squadre che fanno mercato e competono per la vittoria del campionato, il risultato deve essere l'ultima preoccupazione di queste squadre...anche perchè vuoi mettere una squadra di C trovarsi a competere per un giocatore cercato dalla Juve? Dai, non scherziamo...andare avanti con l'esperimento, ma rivederlo( possibilmente dopo aver ricreato la C2, così le squadre B possono andare e venire tra C1 e C2, ma che possano fare la B togliendo la possibilità di arrivarci ad altri sono contrario al 2000%).
 
  • Like
Reactions: Sal
Alto