• Benvenuto! Sei atterrato sul forum dell'Inter più frequentato del web.
    Iscriviti subito per interagire con centinaia di tifosi neroazzurri.
    Ti aspettano giochi a premi e mille altre sorprese.
      Clicca qui per registrarti adesso!

Tennis 2019

Sal

Stella
18.633
1.928
75
Io non ho parlato di imbarazzante ho parlato di gravità, se non è corretto l’aggettivo grave si può usare anche un altro aggettivo, cambia poco la sostanza è quella che conta

Per me chiusa carriera mente sgombra la partita in cui Federer ammetterà di aver subito di più dal punto di vista mentale e la riterrà quella con più rimorsi sarà quella di ieri
ieri meritava di vincere...ed ha buttato via il primo set e due match point ;(
 

GeorgeMonck

Vice capitano
6.185
2.464
54
A Federer piace troppo il tennis e il giocarci, per lui il fine è il colpo ad effetto o spettacolare, l’eventuale punto è conseguenza, invece per Djokovic il colpo fenomenale, e ne ha, è il mezzo, mentre la vittoria è il fine. Ieri ho pensato, e ancora lo penso, che Federer avrebbe potuto infilare tranquillamente il terzo ace sul 40-15 e buonanotte ai suonatori.
 
18.000
9.253
93
A Federer piace troppo il tennis e il giocarci, per lui il fine è il colpo ad effetto o spettacolare, l’eventuale punto è conseguenza, invece per Djokovic il colpo fenomenale, e ne ha, è il mezzo, mentre la vittoria è il fine. Ieri ho pensato, e ancora lo penso, che Federer avrebbe potuto infilare tranquillamente il terzo ace sul 40-15 e buonanotte ai suonatori.
E ti pare che non ci abbia provato?
 

ManoNegra

Titolare
3.353
541
58
Non peggio di decine di punti precedenti
No peggio sicuro. Aveva sempre tenuto il servizio agevolmente, con i due match point si è emozionato, è evidente. Che è la grande differenza fra lui e Djokovic/ Nadal che sono due robot e riescono a batterlo per questo, pur giocando meno bene. Ma che è anche il motivo per cui Roger è più amato. Si emoziona....
 
18.000
9.253
93
No peggio sicuro. Aveva sempre tenuto il servizio agevolmente, con i due match point si è emozionato, è evidente. Che è la grande differenza fra lui e Djokovic/ Nadal che sono due robot e riescono a batterlo per questo, pur giocando meno bene. Ma che è anche il motivo per cui Roger è più amato. Si emoziona....
No, prima aveva già subito break.

Poi che gli manchi un po' il killer instinct nessuno lo discute.
 

nero&azzurro

Capitano
7.837
5.485
91
Articolo interessante e ben scritto.
Nonostante questo le considerazioni riguardanti Djokovic sono queste :

- non sviluppa un bel gioco
- non è amato perchè non è simpatico ed è palesemente falso in qualsiasi sua dimostrazione di pseudo-simpatia come le imitazioni di qualche anno fa, le carezze ai raccattapalle o i cuoricini mandati al pubblico dopo ogni vittoria ( ed è falso perchè nei momenti di tensione viene fuori il vero Djokovic cioè scorretto, arrogante ed antisportivo )
- vince e tanto, è vero, ma non sarà mai amato, quindi ricordato con nostalgia seppur menzionato nelle tabelle delle statistiche
- vince ma è scontento perchè non è apprezzato ma può mettersela via e vincere quanto gli pare, apprezzato non lo sarà mai, se non da persone un pò tristi che amano le statistiche e non il vero tennis

 

Dennis10365

Primavera
296
319
42
All'epoca, piangeva come un bambino. Vedi un po' tu quale sconfitta abbia patito di più.
Questa di sicuro...sono d’accortissimo con Alloro...questa è stata molto peggio...con le aggravanti di averla persa con un tennista che non stima...con 2 match point sul tuo servizio...e a 38 anni...dopo una semi con Rafa durissima e magnifica...peggio non poteva andare...la sua faccia e le sue dichiarazioni post partita dicevano tutto...
 
18.000
9.253
93
Questa di sicuro...sono d’accortissimo con Alloro...questa è stata molto peggio...con le aggravanti di averla persa con un tennista che non stima...con 2 match point sul tuo servizio...e a 38 anni...dopo una semi con Rafa durissima e magnifica...peggio non poteva andare...la sua faccia e le sue dichiarazioni post partita dicevano tutto...
Sì, vabbé, lo sapete meglio voi di lui...
 

Sesto Properzio

Titolare
4.626
8.854
78
Articolo interessante e ben scritto.
Nonostante questo le considerazioni riguardanti Djokovic sono queste :

- non sviluppa un bel gioco
- non è amato perchè non è simpatico ed è palesemente falso in qualsiasi sua dimostrazione di pseudo-simpatia come le imitazioni di qualche anno fa, le carezze ai raccattapalle o i cuoricini mandati al pubblico dopo ogni vittoria ( ed è falso perchè nei momenti di tensione viene fuori il vero Djokovic cioè scorretto, arrogante ed antisportivo )
- vince e tanto, è vero, ma non sarà mai amato, quindi ricordato con nostalgia seppur menzionato nelle tabelle delle statistiche
- vince ma è scontento perchè non è apprezzato ma può mettersela via e vincere quanto gli pare, apprezzato non lo sarà mai, se non da persone un pò tristi che amano le statistiche e non il vero tennis

Sì vabbè, vediamo di relativizzare un po'. Partiamo dall'assunto che questo qui ha qualche decina di milioni di tifosi sparsi per il mondo. Non una, non due, qualche decina di milioni.
Ricordiamo che, a memoria, non si ricordano altri tennisti cui sia stata tripudata una standing ovation di 3 minuti dopo una finale slam persa (Rolando 2015). In Australia mai avuto grossi problemi col pubblico, mi sembra che il problema sia soprattutto con inglesi e americani, e sostanzialmente se gioca contro Federer. Che poi è tutta lì la questione, fino al 2015 tutto sto tifo contro non c'era, adesso va ad aumentare perché, stringi stringi, sta a meno 4 e ragionevolmente partirà favorito in 3 slam su 4 nei prossimi 2-3 anni. A proposito di capire chi sono le persone tristi che amano le statistiche e non il vero tennis (per me ad esempio tra 20 e 22 slam non c'è differenza, lo status del fuoriclasse rimane tale e quale)

Ah, non sviluppa un bel gioco. In Australia quest'anno eravamo di pennica?


Sulla partita di domenica, se uno non comprende quanto sia difficile, sul 5-3 dell'ultimo tiebreak, piazzare il vincente lungolinea di rovescio nei pressi della riga, in una giornata in cui quel colpo non aveva girato come di consueto, che parliamo di tennis a fare? :nonso
 

nero&azzurro

Capitano
7.837
5.485
91
Ma mica contesto la massima che "ogni scarrafone è bello a mamma soja" eh ??

Sì vabbè, vediamo di relativizzare un po'. Partiamo dall'assunto che questo qui ha qualche decina di milioni di tifosi sparsi per il mondo. Non una, non due, qualche decina di milioni.
Ricordiamo che, a memoria, non si ricordano altri tennisti cui sia stata tripudata una standing ovation di 3 minuti dopo una finale slam persa (Rolando 2015). In Australia mai avuto grossi problemi col pubblico, mi sembra che il problema sia soprattutto con inglesi e americani, e sostanzialmente se gioca contro Federer. Che poi è tutta lì la questione, fino al 2015 tutto sto tifo contro non c'era, adesso va ad aumentare perché, stringi stringi, sta a meno 4 e ragionevolmente partirà favorito in 3 slam su 4 nei prossimi 2-3 anni. A proposito di capire chi sono le persone tristi che amano le statistiche e non il vero tennis (per me ad esempio tra 20 e 22 slam non c'è differenza, lo status del fuoriclasse rimane tale e quale)

Ah, non sviluppa un bel gioco. In Australia quest'anno eravamo di pennica?


Sulla partita di domenica, se uno non comprende quanto sia difficile, sul 5-3 dell'ultimo tiebreak, piazzare il vincente lungolinea di rovescio nei pressi della riga, in una giornata in cui quel colpo non aveva girato come di consueto, che parliamo di tennis a fare? :nonso
 
Ultima modifica:

Sesto Properzio

Titolare
4.626
8.854
78
Ma mica contesto la massima che "ogni scarrafone è bello a mamma soia" eh ??
Sì ecco, azzardo che nell'elaborazione della sconfitta si possono trovare argomenti più "alti", no? C'è chi sa farlo, come quel fenomeno di Roger, e chi meno, come i suoi tifosi :sizi
Poi diciamola tutta, tra il vincere e il perdere, domenica, ballava qualcosa come più di un milione di sterline. Sono convinto che tra soldi e coppa il buon Nole sappia farsene una ragione se qualche borghesino londinese, disposto a pagare fino a 8000 sterline il prezzo del biglietto per vederlo perdere (contribuendo invece così a pagarne il premio) gli tifa contro :ghigno
 

nero&azzurro

Capitano
7.837
5.485
91
Non devo elaborare nulla, se è per quello, in quanto chi ti scrive non è Roger Federer.
Seguo e amo il Tennis per quello che è.
Parlo di Tennis quindi da appassionato di Tennis, non da tifoso di calcio prestato al Tennis.
Le statistiche e i soldi di Nole Djokovic quindi mi fanno un baffo, così come quelle/i di Roger Federer, Rafa Nadal, Pete Sampras e compagnia cantante.
Se fosse così non avrei mai potuto apprezzare il magnifico Tennis di un Henri Leconte, uno che non aveva forza mentale e che non ha vinto quasi un cazzo in carriera ma che, per me, era sublime.

Sì ecco, azzardo che nell'elaborazione della sconfitta si possono trovare argomenti più "alti", no? C'è chi sa farlo, come quel fenomeno di Roger, e chi meno, come i suoi tifosi :sizi
Poi diciamola tutta, tra il vincere e il perdere, domenica, ballava qualcosa come più di un milione di sterline. Sono convinto che tra soldi e coppa il buon Nole sappia farsene una ragione se qualche borghesino londinese, disposto a pagare fino a 8000 sterline il prezzo del biglietto per vederlo perdere (contribuendo invece così a pagarne il premio) gli tifa contro :ghigno
 

Dennis10365

Primavera
296
319
42
Non devo elaborare nulla, se è per quello, in quanto chi ti scrive non è Roger Federer.
Seguo e amo il Tennis per quello che è.
Parlo di Tennis quindi da appassionato di Tennis, non da tifoso di calcio prestato al Tennis.
Le statistiche e i soldi di Nole Djokovic quindi mi fanno un baffo, così come quelle/i di Roger Federer, Rafa Nadal, Pete Sampras e compagnia cantante.
Se fosse così non avrei mai potuto apprezzare il magnifico Tennis di un Henri Leconte, uno che non aveva forza mentale e che non ha vinto quasi un cazzo in carriera ma che, per me, era sublime.
Grandissimo Henry Leconte...vinto nulla, ma emozioni infinite...ricordo ancora una sua partita al Roland Garros in cui comincia a piovere e lui prende un ombrello dal pubblico e si mette a rispondere...:love:
Leggo argomentazioni calcistiche in un angolo del Forum in cui si parla di Tennis, meno male che tra 2 settimane i "grandissimi" intenditori spariranno e a parlare del nostro amato sport rimarremo i soliti 5, magari con argomentazioni e tifo diverso, ma con cuore e passione....
Venire a parlare di soldi o di milioni di tifosi nel mondo...o di signorotti che spendono 8.000 euro e non fifano il povero Nole...non si può sentire davvero...
Parliamo di Wimbledon...
 

Sesto Properzio

Titolare
4.626
8.854
78
Vi svelo un segreto: l'articolo su ubitennis che ha linkato @nero&azzurro ha, come commento con più like, quello di un tale Vines (che poi sarei io) :ghigno
Vines, nickname in omaggio al tennista degli anni '30 Ellsworth Vines, vincitore di 2 US Championships e di una edizione di Wimbledon (lo conoscevate? Certo che lo conoscevate, immagino :ghigno)
Nella mia libreria campeggiano "500 anni di tennis" di Clerici, così come l'autobiografia di Rod Laver (lui lo conoscete senz'altro, non lo dubito, non so però se avete visto sue partite integrali - stanno sul tubo se interessa).
Attenzione a chi diamo dell'occasionale, solo perché magari non scrive spesso in questo thread :reg
PS: Esiste qualcuno che non apprezza Henri Leconte? :ghigno
 
Ultima modifica:

Alloro

Pallone d'oro
20.444
9.230
82
Eccolo il tifosotto con la puzza sotto il naso
Che si vanta per aver due libri 🤫



Comunque ho letto ora che l’hai citato che hanno chiuso i commenti a quel link
Qualcuno sicuro ha sbroccato 🤗

Non credo sia un’abitudine del sito
 
Alto