Vi mostro perchè Hector Cuper era un perdente

nonostante la mia ammirazione nei suoi confronti
le molte adulazioni, i molti elogi eccetera questo non però esclude qualche critica
Hector Cuper era un motivatore, però se vi ricordate molte interviste, quelle poche avute (visto che odiava i giornalisti)
mostrava difficoltà e carenze nel parlare e nel lessico
ai giocatori cosa trasmetteva alla fine? Solo confusione
era ritardato nella comprensione nel dialogare e nello scandire bene le parole
i suoi molti errori nei cambi nacquero proprio da questo
quando dopo l'esperienza interista ritornò in spagna si trovò mark iuliano come avversario e gli disse tu nel 2002 mi hai fatto perdere molti soldi
ora una persona che dice di essere tutta di un pezzo non si lascerebbe a queste uscite
 
Ultima modifica:
nonostante la mia ammirazione nei suoi confronti
le molte adulazioni, i molti elogi eccetera questo non però esclude qualche critica
Hector Cuper era un motivatore, però se vi ricordate molte interviste, quelle poche avute (visto che odiava i giornalisti)
mostrava difficoltà e carenze nel parlare e nel lessico
ai giocatori cosa trasmetteva alla fine? Solo confusione
era ritardato nella comprensione nel dialogare e nello scandire bene le parole
i suoi molti errori nei cambi nacquero proprio da questo
quando dopo l'esperienza interista ritornò in spagna si trovò mark iuliano come avversario e gli disse tu nel 2002 mi hai fatto perdere molti soldi
ora una persona che dice di essere tutta di un pezzo non si lascerebbe a queste uscite
Potevi iniziare e finire il post con la parte in grassetto....
 
cuper è stato un allenatore coi controcazzi, il suo valencia era una squadra totale, 2 finali consecutive di champions con giocatori che fuori da quel contesto hanno fatto più o meno schifo a tutti i livelli

all'inter ha sfiorato uno scudetto, una finale di uefa, una finale di champions, risultati che fino ad allora erano impensabili visto che venivamo da un'annata scandalosa

certo aveva dei difetti importanti come allenatore, 442 troppo dogmatico, non valorizzava adeguatamente i giocatori di talento che non trovavano spazio nel suo modulo (i dalmat, emre, seedorf fatti giocare ala quando invece magari in un cc a 3 sarebbero stati fantastici), le liti con ronaldo che hanno portato alla cessione del brasiliano

però lui ha preso in mano l'inter in un momento storico in cui veramente facevamo pena, il periodo morattiano più buio, la stagione 2000-01 quella di vampeta, farinos, macellari, del 0-6 del derby, il 6-1 in coppa italia a parma... e ha fatto di noi una squadra seria e temuta

si può dire che da li in poi siamo rinati come club di vertice

se ripensiamo ai suoi anni al valencia e all'inter è incredibile che non abbia vinto nulla
 
ma io la penso giustamente come l'utente di cui sopra
il fatto però che non tenete presente è il seguente
lui non faceva giocare le squadre secondo la tecnica ma secondo la potenza fisica ed era un motivatore
vedeva alla testa e a come si sentiva un giocatore
all'inter doveva gestire più di 25 giocatori e molti erano difettosi come recoba e ronaldo che non accettavano i suoi allenamenti
altri erano fragili come gresko e sorondo
e molti non erano costanti come dalmat e seedorf (ricordo la sua prestazione con il piacenza al ritorno)
poi si trovava un sistema contro
però non avendo un materiale forte ha perso per colpe altrui
ma lui era anche ottuso perchè già contro l'aik di atene fu bocciata la difesa a 3 che ripropose contro l'atalanta in casa
non so a cosa pensava ma non penso che all'inter abbia avuto grosse fortune
il perdente sta no nella incompetenza
ma nella fragilità di nervi a gestire uno spogliatoio
ricordo che dopo la partita contro il piacenza anche tronchetti provera era sicuro di vincere contro la lazio
per il resto io resto un fan di grande dignità e lo propongo sempre nei miei giochi di calcio
 
Nel suo dogma per il 4-4-2 era in qualche modo (a livello di fissazione intendo) simile a Sacchi. Allenatore troppo troppo rigido e purtroppo troppo fissato che 1 uguale 1. E invece nel calcio (e non solo) spesso non è così.
che poi sacchi in quell'anno disse che lo scudetto lo dovevano dare al chievo perchè faceva un gioco spettacolare per lui
e l'inter? Io gioco come cuper a pes 2005
a volte mi vengono geometrie fantastiche
il suo modo di giocare era questo
se conosco la zona del campo la solco se non la conosco la lascio perdere
non come molte squadre che giocano con le bendate davanti agli occhi
 
Alto