A San Siro arriva un Verona a caccia di punti che galleggia a metà classifica, mentre l’Inter deve tornare ala vittoria dopo una serie di risultati altalenanti.

Mandorlini sceglie il fisico e l’esperienza di Toni a discapito del dinamismo di Nico Lopez, mentre Mazzarri ha ancora le scelte obbligate con il solo Nagatomo al ritorno da titolare.

PRIMO TEMPO

Buon inizio della squadra di casa che però non concretizza e dopo 10′ alla prima occasione buona Toni segna il gol del vantaggio Verona. Bastano solo 8′ a Icardi per girare in porta col mancino un buon assist di testa di Palacio dopo il cross di Ranocchia dalla trequarti.

Dopo il gol del pareggio grazie anche alla spinta dei suoi tifosi l’Inter mostra le qualità dei suoi interpreti e colpisce un palo con Kuzmanovic dopo 2′.

Primo tempo che si conclude con l’Inter dominatrice del campo, mentre la squadra di Mandorlini si limita a difendere e ripartire in contropiede.

 

SECONDO TEMPO

I nerazzurri rientrano in campo nella seconda frazione con la stessa determinazione con cui hanno concluso la prima e passano subito in vantaggio nei primi minuti della ripresa con un altro gol di Icardi al 48′.

Passano solo 3′ quando Gary Medel intercetta con un braccio un tiro indirizzato verso la porta di Handanovic.

Il cileno viene espulso ma Samir Handanovic neutralizza il rigore di Toni. Vantaggio salvo.

Nel corso del secondo tempo è il Verona a fare la partita e a mettere in apprensione Handanovic fino all’89’ quando i neoentrati Saviola e Nico Lopez confezionano la rete del pareggio cogliendo di sorpresa una difesa interista stanca e inerme di fronte alla freschezza dei due attaccanti veronesi.

Dopo 4′ di recupero si conclude la sfida di San Siro: il Verona strappa un pareggio in extremis mentre l’Inter esce dal campo ancora fischiata dai suoi tifosi.