Non c’è tempo per godersi il roboante successo per 0-4 a Marassi contro il Genoa. Questa sera Inter-Atalanta potrà dire molto sulle possibilità dei nerazzurri di qualificarsi per la prossima Champions League. Attualmente, infatti, i padroni di casa sono terzi in classifica con 56 punti e 8 partite da disputare; i bergamaschi, invece, distano 5 punti e sognano la qualificazione nella massima competizione europea. Un traguardo che, ad essere onesti, sarebbe il coronamento dell’ottimo lavoro svolto in questi anni da Gian Piero Gasperini, l’ex dal dente avvelenato.

Proprio per la voglia di rivalsa dell’ex allenatore di Inter e Genoa, i nerazzurri dovranno prestare ancora più attenzione, poiché la sconfitta contro la Lazio obbliga l’Inter a non perdere ulteriori partite in questo momento, pena il rimettere in gioco la propria posizione e rendere la competizione con Milan, Roma, Lazio e la stessa Atalanta ancora più serrata. Un evento che agli occhi di uno sportivo apparirebbe come interessante ma che gli interisti vorrebbero risparmiarsi, onde evitare il ripetersi delle sofferenze patite nella scorsa stagione fino al fischio finale di Lazio-Inter.

SEGUI LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

Probabile formazione

Squadra che vince non si cambia. Questo deve essere il pensiero che attanaglia la mente di Luciano Spalletti, che pare abbia finalmente ritrovato la formazione base per quest’ultima parte di campionato.

Anche con l’Atalanta, dunque, vedremo il solito Samir Handanovic difendere i pali, ben protetto dalla solita difesa a 4 composta da Danilo D’Ambrosio, Miranda, Skriniar ed Asamoah. Riguardo la fascia destra, si è ipotizzato in realtà un turno di riposo per il terzino napoletano, il quale avrebbe lasciato il posto a Cedric Soares; in realtà è arduo pensare che Spalletti possa optare per il portoghese, più offensivo rispetto a D’Ambrosio ma meno abile in fase difensiva.

A centrocampo oltre all’irrinunciabile Marcelo Brozovic, in cabina di regia, dovrebbe essere riproposto Roberto Gagliardini. L’ex atalantino da circa tre settimane si sta rivelando come l’uomo in più per l’Inter, in grado di garantire un adeguato raccordo tra difesa ed attacco. Lo abbiamo visto in forma contro il Milan e soprattutto mercoledì sera, quando ha segnato una doppietta. Che possa timbrare il cartellino anche domenica contro la sua ex squadra, già punita in passato? Il dubbio che abbiamo è che Spalletti possa pensare a Vecino, ma vista l’ottima prestazione a Genova, pensiamo sia Gagliardini il favorito per una maglia da titolare.

In attacco non ci saranno cambiamenti rispetto agli uomini visti contro il Genoa: Politano sulla destra rimane imprescindibile per Spalletti, così come Perisic sulla fascia sinistra. Radja Nainggolan, l’uomo che più di tutti è mancato in questa stagione, avrà una maglia da titolare come trequartista dietro l’unica punta, Mauro Icardi.

ASCOLTA IL NOSTRO PODCAST

Icardi-Curva Nord

Per l’attaccante argentino si prospetta il suo ritorno da titolare a San Siro dopo i due mesi da separato in casa. Se poteva essere un mistero la reazione del gruppo dopo un suo goal, ora la domanda che sorge è: come reagirà il pubblico di San Siro alla sua presenza in campo? Improbabile che fischi il giocatore. Non perché sia stato perdonato bensì perché è consapevole che per qualificarsi in Champions c’è bisogno di tutti gli effettivi. Forse solo la Curva Nord non lo supporterà (o sopporterà?) ma, checché ne pensino, non sono né rappresentano tutti i tifosi dell’Inter.

SEGUI LA NOSTRA PAGINA INSTAGRAM

Inter-Atalanta dove vederla

Inter-Atalanta sarà visibile in esclusiva su Sky Sport, nei canali Sky Sport Serie A (202) e Sky Sport 252. Gli abbonati potranno vederla in streaming su tablet, pc e smartphone grazie all’applicazione SkyGo. Calcio d’inizio alle ore 18:00. Ad arbitrarla sarà Massimiliano Irrati della sezione di Pistoia, assistito dai guardalinee Lo Cicero e Marrazzo. Maresca designato come quarto uomo. Al Var Rocchi e Di Liberatore.

COMMENTALA SUL NOSTRO FORUM