ROMA – Nella serata dell’Olimpico l’Inter esce sconfitta da una bella Roma. La squadra di Mancini ha disputato una buona gara, mettendo in campo un discreto carattere, ma alla lunga il tasso tecnico superiore dei giallorossi ha avuto la meglio.

HANDANOVIC 6 – Incolpevole sui gol, si fa trovare pronto a sventare le conclusioni di Ljajic e Nainggolan. Se gli altri (Holebas e Pjanic) tirano troppo bene, che ci può fare?

CAMPAGNARO 6 – Poteva essere l’anello debole, fuori posizione nel ruolo di terzino. Invece gioca una buona partita, di sostanza e grinta. Annaspa nel finale quando deve fronteggiare la freschezza di Iturbe.

RANOCCHIA 6 – Inizia male la partita rimediando un giallo evitabile, ma per il resto del primo tempo se la cava bene e trova addirittura il gol del pareggio con un zuccata perfetta. Nella ripresa va in affanno sulle ondate della Roma e si fa saltare troppo timidamente da Holebas in occasione del 2-1.

JUAN JESUS 5,5 – Alterna chiusure da grande difensore a errori pacchiani. Rimane fuori posizione sul primo vantaggio della Roma.

DODO’ 5 – I romanisti gli arrivano addosso da tutte le parti e sfondano con notevole facilità. Non a caso, due dei tre gol su azione della Roma nascono da sfondamenti dalla sua parte (dal 37’st Icardi s.v.).

M’VILA 5 – Il meno presente della mediana nerazzurra. E’ un interditore che per rendere deve trovare la perfetta forma fisica. Sostituito, si innervosisce (dal 22’st Kovacic 5,5 – Una giocata – bella, per carità – in mezzora è un po’ poco per uno come lui).

MEDEL 6,5 (il migliore) – A Roma hanno ripreso i combattimenti tra gladiatori. Match clou: Medel contro Nainggolan. Il cileno lotta come un forsennato in mezzo al campo ed è sempre l’ultimo ad arrendersi. Altra prova di cuore e di sostanza (dal 37’st Obi s.v.).

KUZMANOVIC 6 – Continua a sacrificarsi dal punto di vista tattico con grande abnegazione. Svaria su tutto il fronte dell’attacco ed è il primo a impensierire De Sanctis.

GUARIN 5 – Come la luna, a volte brilla e a volte semplicemente non c’è. Stasera non c’era: invisibile nel primo tempo, poca roba nel secondo.

PALACIO 5 – Un paio di appoggi, un colpo di testa e poco altro. Corre per due, come al solito, ma è una punta che continua a non segnare.

OSVALDO 6 – Nel primo tempo combatte generosamente contro la retroguardia romanista e a inizio ripresa torna a segnare in campionato. Testa matta, ma se segna gli si perdona tutto.

ALL. MANCINI 6 – Il centrocampo tutto muscoli e poco cervello sorprende ma paga finché il fiato regge. Gli si passa perché l’avversario è la Roma, ma ci vuole più qualità.

Interfans.org è la community dei tifosi dell'Inter. Ogni giorno centinaia di neroazzurri si incontrato sul nostro forum e si informano sulle notizie neroazzurre