Libero analizza la sfida fra Roma e Inter dal punto di vista del FPF: “James Pallotta ed Erick Thohir hanno avuto un destino spesso condiviso, tra problemi, esterofobia e critiche. Anche dal punto di vista economico, con Roma e Inter uniche (finora) in Italia ad essere punite per il Fair Play Finanziario. Ora che il peggio pare alle spalle nei bilanci, il compito più difficile: tornare a fare risultati. Pallotta e il suo staff sono riusciti ad aumentare i ricavi, portandoli fino a oltre quota 200 e diventando il secondo club per fatturato in Italia, avvicinandosi molto ai paletti per il Fair Play per la stagione 2015/16.”

I meriti di Thohir – “La situazione in casa nerazzurra, infatti, era ben più grave, Thohir pare l’abbia indirizzata sui binari giusti (da -140 ad un passivo di -50/-60 nel bilancio chiuso al 30 giugno scorso, rispettando però i parametri imposti per il FPF), ora la finalizzazione del percorso tocca a Suning, che deve riportare definitivamente l’equilibrio anche dopo le spese estive. Insomma, fin qui entrambi i patron hanno fatto quello dovevano fare in società, ora arriva il difficile: tornare a fare risultati. Non è detto che per l’ultimo passo ci mettano la faccia: in fondo Thohir è in uscita dall’Inter, e le voci che vorrebbero cinesi interessati alla posizione di Pallotta si sono fatte sempre più insistenti.”

(Libero)

FcInter1908.it è il sito di notizie sull'Inter. Collegati per rimanere informato sul mondo neroazzurro. Clicca per visitare fcinter1908.it