Le ultime partite dell’Inter hanno mostrato una certa sofferenza dei nerazzurri nel sopportare la presenza di tanti giocatori offensivi, pur non essendo molti dei goleador. La presenza contemporanea in campo di Banega, Perisic, Candreva e Icardi ha fatto sì che i nerazzurri abbiano sofferto soprattutto nella fase di ripartenza delle squadre avversarie, che spesso hanno trovato una difesa scoperta ad accoglierle.

La Gazzetta dello Sport ipotizza così due alternative tattiche diverse per De Boer: “Banega potrebbe dare il meglio come trequartista nel quadro di un 4-3-1-2, con mediana a tre per paracadute. Questo assetto comporterebbe la sparizione di Candreva e Perisic, a meno di non riciclare il primo come mezzala e il secondo come punta in appoggio a Icardi, e imporrebbe il ripescaggio di Kondogbia o Brozovic come terzo centrocampista. Ma se decidi che Banega è la tua stella polare, devi assecondarlo in tutto. E se Perisic non funzionasse come seconda punta, via libera a Gabigol o Eder, per un trio d’attacco sudamericano”.

immagine

Ma c’è una seconda ipotesi, che però costringerebbe De Boer a fare a meno del suo faro, l’ex centrocampista del Siviglia: “Il 4-3-3, senza Banega, ma con Candreva e Perisic liberi di essere se stessi sulle rispettive corsie. Obiezione: perché nel 4-3-3 Banega non potrebbe agire da regista o da interno di centrocampo, ruoli da lui ricoperti? Perché Banega è un trequartista naturale. Ever è un dieci, si muove da dieci, e come tale va agevolato.”

immagine

FcInter1908.it è il sito di notizie sull'Inter. Collegati per rimanere informato sul mondo neroazzurro. Clicca per visitare fcinter1908.it