In attesa di definire la trattativa per Gagliardini e qualche cessione, l’Inter continua il suo lavoro di scouting. La società nerazzurra ha infatti un paio di osservatori stabili in Brasile che seguono con attenzione i ragazzi e segnalano i migliori ai consulenti di mercato italiani ed europei. A loro volta, questi ultimi viaggiano almeno due o tre volte all’anno in Sudamerica per vedere con i propri occhi le prodezze dei prospetti segnalati. E qualche nome interessante di giovane brasiliano da segnalare, classi ’97-’98-’99, sui taccuini nerazzurri è già rimasto. Il più noto, se non altro per essere corteggiato da mezza Europa (Juventus inclusa), è quello del centrocampista “santista” Thiago Maia. Classe 1997, il ragazzo è considerato in patria uno dei possibili crack pronti a esplodere, tanto da essere considerato un punto fermo delle nazionali giovanili, compresa l’Olimpica campione a Rio della quale faceva parte anche Gabigol.

Al momento, il giocatore ha un contratto in essere con il club di Modesto Roma fino al 30 giugno del 2019 ma ha già fatto sapere di essere pronto a sbarcare in Europa, considerando conclusa la fase di apprendistato a San Paolo. La scorsa estate il Chelsea ha provato a convincere Thiago Maia a trasferirsi a Londra contattandolo mentre era impegnato ai Giochi ma il ragazzo non ha ceduto. Da notare che in quell’occasione, a fare da intermediario con la famiglia del giocatore è stato un nome noto per aver messo più di una volta lo zampino negli ultimi affari nerazzurri di mercato: Kia Joorabchian. L’Inter, per ora, non ha fretta, visto che a centrocampo sta per chiudere il colpo Gagliardini e che per l’estate sogna Verratti. Certo che Thiago potrebbe essere un colpo in prospettiva alla Gabigol, per bruciare la folta concorrenza.

(Tuttosport)

FcInter1908.it è il sito di notizie sull'Inter. Collegati per rimanere informato sul mondo neroazzurro. Clicca per visitare fcinter1908.it