Qualora l’Inter dovesse riuscire a “scavallare” Udine con una vittoria, il calendario si metterebbe in decisa discesa fino al match di Torino con la Juventus, considerato che poi proporrà Chievo e Pescara in casa inframmezzate dalla trasferta, non certo proibitiva, a Palermo. Allo stadio ci sarà il Ceo Jun Liu ed è atteso pure Steven Zhang che lunedì chiuderà la trattativa Gagliardini. Pioli per riuscire a evitare il trappolone post Epifania ha scelto, come sempre accaduto nella sua gestione, il buon senso. In primis non ha voluto caricare troppo in fase di preparazione: non c’erano i tempi tecnici per farlo e, in più, l’Inter – essendo uscita dall’Europa League – avrà settimane libere fino al termine della stagione (eccezion fatta – ovviamente – per quando dovrà giocare in Coppa Italia), quindi l’allenatore avrà tempo e modo per condurre la squadra al top della forma scongiurando il rischio che domani le gambe dei giocatori siano troppo imballate. Pioli che nel mini ritiro di Marbella ha lavorato pure sulla testa della squadra: le tre partite vinte prima di Natale potrebbero indurre i giocatori a stilare tabelle Champions o quant’altro, invece l’allenatore ha invitato i giocatori a tenere la testa su ogni singola gara anche perché di strada, da qui al termine del campionato, ne manca ancora tantissima.

(Tuttosport)

FcInter1908.it è il sito di notizie sull'Inter. Collegati per rimanere informato sul mondo neroazzurro. Clicca per visitare fcinter1908.it