Delle tante notizie che circolano riguardo ai progetti di Erik Thohir per il futuro della squadra nerazzurra, per qualche settimana è stata ventilata come plausibile l’opzione secondo cui il tycoon indonesiano avrebbe voluto riportare all’ovile i tanti ragazzi usciti dal settore giovanile dell’Inter e mandati a crescere in giro per il mondo. Questo scenario avrebbe previsto inoltre l’avvento in panchina di Frank De Boer, attuale tecnico dell’Ajax, società abituata a sfornare talenti e lanciarli nel panorama europeo.

La colonia nerazzurra più nutrita è certamente quella di Livorno – squadra che l’Inter sfiderà domani al “Picchi” – dove militano ben cinque giocatori il cui cartellino appartiene all’Inter.

Francesco Bardi, portiere – Bardi è un classe ’92 e di Livorno è originario. Appena uscito dalle giovanili è stato mandato in prestito proprio al club amaranto (2011/2012), dove ha totalizzato 34 presenze. L’anno seguente (2012/2013) ha giocato, sempre in prestito, nel Novara, per poi tornare a Livorno nell’estate 2013. Grazie alle sue prestazioni, Bardi si è guadagnato la Nazionale Under 21 della quale è attualmente il portiere titolare. In questa stagione ha collezionato 30 presenze per 2747 minuti totali, condite con 3 ammonizioni e 56 gol subiti. Nonostante sia il portiere della terzultima di campionato, il suo rendimento è di altissimo livello: ha una media voto di 6,15.

Ibrahima Mbaye, difensore – Mbaye è nato nel ’94 a Guédiawaye, in Senegal. E’ uscito dal settore giovanile dell’Inter nel giugno del 2013 e quella a Livorno è la sua prima esperienza tra i grandi. Ha totalizzato 24 presenze in stagione (1877 minuti totali), segnando 2 gol (entrambi in Sampdoria-Livorno 4-2 del 9 marzo) e beccandosi 8 ammonizioni e un’espulsione. La sua media voto è appena sotto la sufficienza (5,87), decisamente nella media per un difensore e addirittura buona per il terzino di una squadra in zona retrocessione.

Marco Benassi, centrocampista – Benassi è nato a Modena nel ’94. Dopo le giovanili ha disputato una stagione con la prima squadra dell’Inter (2012/2013), con 6 presenze in campionato e un discreto impiego (con tanto di gol) di Europa League. In estate è passato al Livorno, dove è il meno utilizzato della colonia nerazzurra: 14 presenze per lui (1126 minuti), 2 gol (Livorno-Sassuolo 3-1 e Livorno-Bologna 2-1), 2 gialli e un rosso. Ha una media voto di 5,86.

Joseph Duncan, centrocampista – Duncan è nato ad Accra, in Ghana, nel ’93. Come Benassi, dopo le giovanili ha giocato la stagione 2012/2013 agli ordini di Stramaccioni ed è stato impiegato in 3 occasioni in campionato. Da quando è a Livorno, ha messo insieme 24 presenze, presidiando la mediana amaranto per 1270 minuti. E’ ancora a secco di gol e ha 5 gialli all’attivo. La sua media voto è di 5,80.

Ishak Belfodil, attaccante – Belfodil è nato a Mostaganem, Algeria, nel ’92. E’ l’unico giocatore tra quelli menzionati a non provenire dalle giovanili dell’Inter, essendo cresciuto nel Lione. Dopo una stagione nel Lione è passato in Italia al Bologna (2012) per giocare la stagione seguente al Parma (2012/2013), da dove è arrivato all’Inter nell’ambito dell’affare che ha portato Cassano tra i ducali. A causa del difficile rapporto con Mazzarri (era l’ultimo attaccante nelle gerarchie), a gennaio è passato al Livorno. Da gennaio, Belfodil ha giocato in 9 occasioni (449 minuti totali) ed è ancora a secco di gol. A livello di rendimento, è il calciatore con la media voto più bassa (5,5).