Yann M’Vila, centrocampista arrivato in estate dal Rubin Kazan, è stato intervistato oggi da Sky Sport 24. Le domande dell’inviato sono riferite soprattutto alle parole di Erick Thohir e all’avvio di campionato non proprio da Inter.

Thohir ha detto che il lavoro da fare è quello di guardarsi dentro, nello spogliatoio che ne pensate?
“Si infatti, come dice il presidente, è sicuramente un problema di approccio mentale che dovremo risolvere tra di noi. Non si possono perdere 2 partite di fila. Adesso giocheremo contro il Napoli a San Siro e dobbiamo assolutamente vincere per il morale, per noi e per il campionato”.

Quali sono le qualità che hai da offrire al mister?
“La mia caratteristica principale è di rubare palla e servire subito i compagni davanti. Mi piace attaccare infatti quando ho palla non amo appoggiarla indietro ma preferisco dare il via all’azione offensiva, devo crescere negli assist e nel creare occasioni da gol”.

Sei lontano dal livello che avevi raggiunto 4 anni fa?
“Sono vicino a ritrovare quella condizione. Non sono al 100 per 100 ma sono sulla strada giusta. Giocando posso ritrovare il ritmo partita e esprimermi meglio di come feci anni fa”.

Eri consapevole di ricevere una tale pressione dei media?
“Non sento la pressione, non mi preoccupa. I media possono dire quel che vogliono ma io non faccio tanta attenzione perchè si sa, se fai bene ti esaltano altrimenti ti possono smontare e ti troverai da solo. Io faccio quel che conta per rendere soddisfatto l’allenatore”.

E il mister è soddisfatto?
“Beh, questo dovete chiederlo a lui”.

Inter-Napoli può essere una partita da verdetto per la stagione?
“Dipende da noi, abbiamo perso 2 partite consecutive e non possiamo perdere la terza. Non dobbiamo rimanere indietro e spero che il mister trovi le parole giuste per darci la carica che ci serve per conquistare i 3 punti. Dobbiamo dare tutti per i tifosi e per la società e se vinciamo questa partita possiamo rilanciarci.”