Nel gennaio 1999 il ds del Venezia Beppe Marotta convinse Alvaro Recoba ad andare a giocare in veneto fino al termine della stagiona. Il Chino accettò anche perché Moratt glimpromise che a giugno sarebbe rientrato all’Inter. Al Venezia fu uno dei periodi più esaltanti della carriera del calciatore che arrivò con la squadra ultima in classifica a 4 punti dalla salvezza e la portò a ridosso dell’Europa con 11 rei in 19 partite, come ricorda Extratime. Memorabile la partita contro la Fiorentina dove mette a segno due punizioni e poi impallina Toldo con una serpentina che fece titolare il Corriere della Sera “Come Maradona”. Prima delle partite il tecnico del Venezia Novellino fingeva di di dimenticarsi del Chino quando dava la formazione: “Giochiamo col 4-4-2: in difesa così, questi giocano in mezzo al campo e davanti c’è Maniero”. Proprio Maniero replicava: “E Recoba?”, questa la risposta del mister: “Lui è un fenomeno davanti fa quel ca… che vuole”.

----
FcInter1908.it è il sito di notizie sull'Inter. Collegati per rimanere informato sul mondo neroazzurro. Clicca per visitare fcinter1908.it