Due punti buttati praticamente sull’unico tiro in porta subito, dopo una prestazione non brillante da parte di nessuno.

Handanovic 5,5: Preso in controtempo da Miranchuk, tiro angolato ma non imprendibile. Non deve compiere altre parate.

Skriniar 6: Deve ancora ritrovare la brillantezza e si vede, ma Zapata non si rende mai pericoloso.

De Vrij 6: Lontano parente del mostro ammirato per tutta la scorsa stagione, manca un po’ della sua sicurezza al reparto.

Bastoni 6,5: Ancora una volta il migliore del reparto, puntuale negli anticipi e preciso nelle ripartenze. La palla dell’1-1 gli passa tra le gambe.

Darmian 5,5: Dalla sua parte si trova un esordiente Ruggeri e non Gosens, ma resta sempre in copertura e non attacca mai la profondità.

Brozovic 6,5: Il gol del vantaggio nasce da una sua apertura, sbaglia pochissimo in impostazione. La punizione calciata corta a metà ripresa grida ancora vendetta.

Vidal 6: Alterna ottime giocate ad altre oggettivamente inspiegabili. Si divora il gol del 2-0, viene ammonito e si fa anche male.

Young 6,5: Partita anonima fino al bellissimo assist per il vantaggio di Lautaro. Esce per problemi fisici.

Barella 6: Tanta corsa ma la qualità in fase offensiva oggi non si vede.

Sanchez 6: E’ il pi√Ļ importante dei registi offensivi al momento in squadra, molto bravo nel tenere palla e nel trovare subito il dribbling per creare la superiorit√†.

Lautaro 7: Il gol √® uno dei pochi acuti della sua gara, insieme all’ottimo assist sciupato da Vidal.

Gagliardini 5,5: Un fantasma in mezzo al campo, sempre preso in mezzo tra i fraseggi avversari.

Lukaku 5,5: Stringe i dentri e prova a spostare gli equilibri in venti minuti ma non combina molto.

Perisic 5,5: Anche per lui venti minuti di nulla cosmico.

Hakimi s.v.

D’Ambrosio s.v.

Conte 6: Quando le cose non girano c’√® poco da fare, dopo il terribile ottobre anche novembre non inizia per il verso giusto.