Bruttissimo passo falso in casa del Cagliari che fin qui aveva vinto solo 5 partite in campionato. Il terzo posto è per la prima volta in stagione seriamente in pericolo, con una vittoria di Milan e Roma domani saremmo potenzialmente quinti.
L’Inter è brutta, per 60′ non si riescono a mettere in fila tre passaggi consecutivi e si perde il conto degli errori tecnici. L’impressione è che si sia persa serenità dopo i due punti che ci hanno rubato contro la Fiorentina la scorsa settimana.

Handanovic 6,5: Compie un miracolo su Joao Pedro ad evitare il 2-0 ma rimane immobile su entrambi i gol subiti, pur se incolpevole.

D’Ambrosio 6: L’unico dei difensori a proporsi costantemente e a mettere in area diversi palloni pericolosi. Molto impreciso sopratutto nella prima parte di gara, sbaglia tantissimi appoggi e ripartenze.

De Vrij 5,5: Avrebbe potuto chiudere meglio lo specchio a Pavoletti in occasione del 2-1. Il resto della partita è preciso e puntuale, rischiando poco.

Skriniar 5: La peggior partita in maglia nerazzurra, prima commette il fallo dalla cui punizione nasce il gol di Ceppitelli, andandosi a prendere un giallo inesistente. Poi è in ritardo su Pavoletti nel 2-1 ed infine causa anche il rigore che Barella spara in curva.

Asamoah 5,5: Il compitino fatto a persona, spesso anche sbagliato. Non si prende mai un rischio, si vede davvero pochissimo in attacco quando servirebbe anche il suo supporto.

Brozovic 5: Impreciso come ormai ce lo eravamo dimenticato, indolente e nervoso. Brutta prestazione del croato che non riesce a far girare la squadra per via del pressing asfissiante cagliaritano.

Vecino 5,5: Si inserisce spesso in area avversaria creando qualche grattacapo a Cragno, ma in mezzo al campo il suo apporto è veramente prossimo allo zero.

Nainggolan 6,5: Il migliore dell’Inter insieme a Lautaro, sembrano gli unici in campo a volere la vittoria. Conquista e difende una marea di palloni, inventa l’assist per Martinez e prova in tutti i modi a sfondare.

Perisic 5,5: Troppe ombre in una partita in cui servivano soltanto luci. Spesso scompare dal match e fatica a saltare i diretti avversari.

Politano 5: Ha sul sinistro almeno tre buone palle gol che sciupa malamente. Non crea superiorità numerica e non incide in alcun modo.

Lautaro 6,5: Inventa un gol da grandissimo centravanti, prende un palo e si sbatte come può. Avrebbe meritato la doppietta, che sfiora soltanto.

Borja Valero 5,5: Entra per Vecino e riesce a dare una logica al centrocampo. Col suo ingresso l’Inter prende il sopravvento e occupa costantemente la metà campo avversaria, ma quando ha sul destro il pallone del 2-2 lo spara sopra la traversa in malo modo.

Candreva 5,5: Riesce a mettere in area un paio di palloni interessanti, ma la punizione da 3/4 campo che spara in curva grida vendetta. C’erano tutte le torri in area.

Ranocchia s.v.

Spalletti 5,5: Dopo una serie positiva di partite, l’Inter torna ad essere la squadra nosense a cui ogni tanto ci ha abituato, tornando da Cagliari con 0 punti. La situazione nello spogliatoio è critica, e quella in classifica si appresta a diventarlo. E l’Europa League incombe.