Doveva essere la partita dell’aggancio al terzo posto del Napoli, ed invece Bologna-Inter verrà ricordata come una delle partite più sfortunate dell’era Mazzarri: solo un pari per i nerazzurri, che prendono due legni e sprecano una enorme quantità di occasioni da gol, venendo poi puniti in contropiede da un solido Bologna.

Mazzarri schiera l’Inter classica, con l’unica eccezione del recuperato Campagnaro che riprende il suo posto nel terzetto difensivo al posto dello squalificato Ranocchia; insieme a lui, davanti ad Handanovic tra i pali, si schierano Rolando e Juan Jesus. A centrocampo, Taider ancora preferito a Kovacic per comporre la linea mediana insieme a Cambiasso e Guarin, con Nagatomo e Jonathan sugli esterni. In avanti, ancora Alvarez a supporto di Palacio.

Il Bologna si schiera invece con Curci tra i pali, difesa con Antonsson, Sorensen e Natali, centrocampo con Garics e Morleo esterni, Khrin e Perez centrali e Diamanti e Konè a supporto dell’unica punta Cristaldo.

L’Inter non inizia benissimo la partita, con Taider che viene ammonito dopo due minuti per un’entrataccia su Morleo.  Dopo un paio di corner conquistati da Guarin, è il Bologna a passare in vantaggio, con Diamanti che parte in contropiede e serve un bel pallone centrale a Konè, lasciato colpevolmente solo dalla difesa interista: il greco da due passi non ha problemi e beffa Handanovic. L’Inter non ci sta e cerca di reagire, ma al 14° spreca un’occasione colossale con Palacio che sfrutta bene uno svarione in disimpegno di Antonsson per presentarsi a tu per tu con Curci, ma sbaglia clamorosamente la conclusione calciando addosso al portiere rossoblù. Al 24° Mazzarri perde Nagatomo per infortunio, al suo posto entra Alvaro Pereira. Al 26° ancora Palacio tenta di farsi perdonare per l’errore commesso con un tiro di destro che non crea fastidi a Curci.  L’Inter inizia a macinare gioco e crea occasioni su occasioni, prima con Guarin che prima prova a sorprendere Curci da centrocampo e poi dal limite dell’area, e poi con il tandem Jonathan- Palacio: il brasiliano punta la difesa del Bologna dalla destra e crossa in mezzo per Palacio, che stacca di testa ma non trova lo specchio della porta. Al 42° occasionissima per l’Inter, con Taider che arriva sul fondo dalla destra e crossa in mezzo rasoterra: sul pallone arriva Pereira che calcia ma non trova la porta, rispedendo invece il pallone a Taider che da due passi non riesce a ribadire in rete.  Al 45° ancora brividi per il Bologna, con una violentissima punizione di Guarin deviata da Cristaldo, che si stampa sulla traversa a Curci battuto.

La ripresa vede un’Inter molto più decisa, che inizia a macinare gioco mettendo alle corde la squadra di Pioli. Al 51° arriva il meritato pareggio, ad opera di Jonathan che riceve un assist di Guarin e tira di destro, trovando una fortuita ma decisiva deviazione di Sorensen che mette fuori causa Curci. Al 55° brivido per l’Inter, con Bianchi (subentrato a Castaldo) che prova un conclusione al volo da 25 metri trovando una super risposta di Handanovic. Ancora Inter pericolosa al 56°, con Cambiasso che si libera bene di Garics ma conclude di poco a lato. Al 62° è invece la coppia Alvarez-Guarin a rendersi pericolosa, con l’argentino che dribbla due avversari al limite dell’area e scodella dentro la palla per il colombiano (forse in fuorigioco), che comunque si fa murare la conclusione da Curci. Solo Inter in campo, con Jonathan che al 72° scambia benissimo con Kovacic e serve un bel pallone al centro per Guarin, che tenta la conclusione di prima ma viene disturbato da un difensore rossoblù e spara alto. All’85° si riaffaccia avanti il Bologna, con Konè che tenta una delle sue proverbiali rovesciate senza però inquadrare lo specchio della porta. Minuti finali infernali per il Bologna, con Alvarez che all’89° tenta un sinistro a giro che termina però alto. Due minuti dopo, Curci si trasforma in superman e devia in angolo un colpo di testa da distanza ravvicinata di Rolando. Sembra finita, ma al 95°, sugli sviluppi di un corner, Juan trova la cordinazione col sinistro ma colpisce l’incrocio dei pali a Curci battuto.

Termina così un match sfortunatissimo, con l’Inter che manca l’aggancio al treno Champions mantenendosi però a 2 punti dal terzo posto occupato dal Napoli

 

 

 

Interfans.org è la community dei tifosi dell'Inter. Ogni giorno centinaia di neroazzurri si incontrato sul nostro forum e si informano sulle notizie neroazzurre