Torna a parlare il gioiello brasiliano Paulinho. Questa volta lo fa a margine dell’amichevole tra Brasile e Inghilterra. Un match finito 2-2, in cui proprio il centrocampista ha segnato un gran bel gol in volèe.

Intervistato dalla Gazzetta dello Sport pubblichiamo le sue parole:

L’Inter viene da un campionato deludente e non parteciperà la prossima stagione alle Coppe.
“Non è un problema. La Champions è bella, come la Libertadores. Ma l’Inter va bene anche senza coppe perché sicuramente avrà voglia di rivincita. Stiamo parlando di un club che pochi anni fa ha conquistato tutto. Però…”.

Però?
“L’Inter se mi vuole deve farsi avanti con un’offerta giusta. Non sono un ragazzino. In Brasile sto bene, gioco nel Corinthians, una società forte, una società amata. E nella Seleção sono uno dei titolari. Il gol che ho segnato al Maracanà, nel giorno della sua inaugurazione, mi farà entrare nella storia. Insomma, per lasciare tutto questo devo avere le motivazioni giuste”.

A chi dedica questa rete storica?
“A mia moglie Barbara. La mia compagna di vita. Se sono diventato qualcuno nel calcio lo devo al sostegno della mia famiglia”.

Oltre all’Inter ci sono altri club interessati al suo cartellino?
“Penso di sì ma, lo ripeto: chi mi vuole deve andare a parlare con il Corinthians. Io andrò via del Brasile solo se tutti saranno contenti”.

L’Italia sarà una delle vostre rivali alla Confederations?
“E’ una nazionale forte capace di inventare in ogni momento qualcosa di importante. Il calcio italiano è sempre molto competitivo”.

Interfans.org è la community dei tifosi dell'Inter. Ogni giorno centinaia di neroazzurri si incontrato sul nostro forum e si informano sulle notizie neroazzurre