Scoppia il caso Payet in casa West Ham. La situazione sta per raggiungere un punto di non ritorno. Il giocatore, infatti, avrebbe comunicato al club che non giocherà più e non sta parlando con i compagni di squadra da dicembre. Il tecnico del West Ham lo avrebbe lasciato in panchina contro il Manchester City proprio perché “non ci stava con la testa” e non per farlo semplicemente riposare. Payet sta cercando di essere ceduto dall’estate, quando ha fatto ritorno dal campionato europeo. Il suo atteggiamento, scrivono i media inglesi, sta pesantemente influenzando la squadra. Snobba tutti e i tifosi lo considerano un traditore. Al West Ham reputano questo comportamento inaccettabile. Il disprezzo dimostrato nei confronti del club, che gli ha permesso di rimettersi in luce e di riguadagnare la nazionale – scrive il Sun – è considerato inaccettabile. Idolatrato dai fan e ricoperto di soldi: il club inglese gli ha dato infatti lo stipendio più alto nella storia del club. Questo dopo solo sei mesi dal suo arrivo per scongiurare l’interesse di Chelsea, Manchester City e Manchester United. Payet aveva chiesto prima del’inizio del campionato di essere ceduto o di avere uno stipendio ancora più alto. La dirigenza del club ha fatto capire che il giocatore rimarrà fermo e non verrà venduto. Respinta una richiesta del Marsiglia: il club inglese non ci sta e ribadisce che Payet non verrà ceduto e che stavano semplicemente perdendo tempo.

(The Sun)

----
FcInter1908.it è il sito di notizie sull'Inter. Collegati per rimanere informato sul mondo neroazzurro. Clicca per visitare fcinter1908.it