Dopo una partita come quella di stasera, onestamente ed a differenza di altre volte in questa stagione, aleggia in me la piu’ totale sconsolazione.

Non tanto per una sconfitta tanto preventivabile quanto meritata per come si sono svolti i 90 minuti nella sua intierezza, ma per come è maturata e per i segni e le consapevolezze che ci lascia. Parliamoci chiaro: dopo un primo tempo giocato a mille e chiuso sul risultato di parita’ penso che a nessuno dei tifosi della Beneamata sia passato per la testa di riuscire a portare a casa i 3 punti, ma sentire dire dalla stampa e dai commentatori che questa sia stata la migliore Inter della stagione e constatare a fine partita il risultato è veramente una cosa allucinante e contraddittoria.

Se questa è la migliore Inter, allora è necessario preoccuparsi davvero, non solo per l’immediato ma per la prossima stagione e per le future se qualcuno non interviene con cognizione.

Francamente oramai anche i giocatori sanno di non poter dare di piu’, mancano gli stimoli, mancano le ragioni tattiche e manca soprattutto che la societa’ si faccia sentire in maniera tangibile e concreta.

Come possono i giocatori dare il meglio e giocare a mille se, ed è gia’ ampiamente dichiarato o meglio “sancito sottacendo“, quello attuale non sara’ l’allenatore della prossima stagione? Come possono i giocatori rendere al meglio, impegnarsi e dare il 101% se colui che li guida è stato ammutinato in primis dalla societa’? E’ come se dovete ritirare la macchina nuova in concessionaria il lunedi’ della settimana prossima e rottamare la vecchia; sfido chiunque a portare all’autolavaggio quest’ultima prima del commiato da essa.

Penso che sia meglio a questo punto affidare la squadra ad un Villas Boas libero e raggiungibile, che puo’ essere scarso, non preparato, sconsigliato da  Mourinho, e tutto quel che volete, ma al quale dare pieni poteri nell’immediato, per cominciare a lavorare con qualche mese di anticipo su una base solida, o almeno ritenuta adeguata da chi dovra’ guidarla nella next season.

Badate bene che il cambio di allenatore non risolverebbe un bel niente probabilmente nell’immediato, ma darebbe ai tifosi un barlume di luce per uscire da un tunnel che attualmente non vede luce alcuna, metterebbe pressione ai giocatori, alcuni dei quali visti nel secondo tempo di stasera sembravano gia’ su qualche spiaggia assolata a pregustare una granita dissetante.

Domani probabilmente parlera’ il Presidente, che come al solito sara’ signorile ed elegante nelle sue dichiarazioni, fara’ riferimento ai ragazzi della primavera che hanno vinto la finale (complimenti) delle NextGen e che la squadra nel primo tempo ha giocato veramente bene…..

Bhe’…Presidente glielo diciamo in anticipo, un tempo non basta ed i giocatori attuali piu’ di un tempo non sono in grado di giocare, preferiamo giocare partite allucinanti dal punto di vista tattico e tecnico ma portare a casa i 3 punti, che passare per una squadretta qualsiasi in visita nei nuovi stadi.

Ripartiamo con chiarezza, decidendo i cardini per la stagione avvenire, senza aspettare, senza aver paura di sbagliare la prossima mossa; abbiamo capito che il ciclo è finito, ma perche’ aspettare ad amputare l’arto quando si sa gia’ che andra’ in cancrena fra due mesi?

Come mai nessuno della società ha un minimo di rispetto per coloro che pagano abbonamenti su abbonamenti per dare sfogo ad una passione che dovrebbe portare gioia (sportiva) la domenica? Fateci reinnamorare, per favore, in maniera concreta, dateci un segnale, fatevi sentire. Meritiamo di più, ma questo, infondo…. lo sapete anche voi.

 

 

Interfans.org è la community dei tifosi dell'Inter. Ogni giorno centinaia di neroazzurri si incontrato sul nostro forum e si informano sulle notizie neroazzurre