Qualche passo avanti in campionato, e molti passi indietro ieri in Europa League contro lo Sparta Praga per l’Inter. Una sconfitta che evidenzia i limiti della squadra e che fa vedere come molti giocatori non riescano a giocare su certi livelli, non migliorino anzi perdano sicurezze e riferimenti. Secondo La Repubblica “Gli esempi di Andrea Ranocchia e Jeison Murillo sono i più evidenti: Ranocchia a Praga ne combina di ogni colore e finisce espulso, Murillo sbaglia tutto e naufraga insieme al compagno, eppure Ranocchia era un promettente difensore ormai ripiegato su se stesso dopo sei anni qui, eppure Murillo sembrava affidabile e con enormi margini di crescita ma invece, dopo dodici mesi, non si può non prendere atto che all’Inter non è mai migliorato, anzi è peggiorato”. Non bene nemmeno Banega che è apparso un po’ timido e inconcludente, così come Eder, preteso da Mancini a gennaio, che all’Inter non segna e non incide. L’unico a continuare a migliorare è solo Icardi.

(La Repubblica)

FcInter1908.it è il sito di notizie sull'Inter. Collegati per rimanere informato sul mondo neroazzurro. Clicca per visitare fcinter1908.it