San Siro e Pinetina nuovo look

Nuovo look per¬†San Siro¬†e la¬†Pinetina: i progetti per i rinnovamenti dello stadio e del centro sportivo dell’Inter sono partiti. Passi importanti di cui si parla da tempo e che in questo periodo sembrano essere arrivati ad un punto di svolta. In particolare, per quanto riguarda la¬†Scala del Calcio, √® di una settimana fa l’accordo – annunciato sui siti ufficiali dei due club milanesi con comunicati congiunti – a proposito dell’impegno da parte di¬†Inter¬†e¬†Milan¬†di condividere San Siro e di far partire i lavori per un rinnovamento, in modo da rendere lo stadio decisamente pi√Ļ moderno.

Come si √® arrivati all’accordo?

Da molti anni si discute sulla necessit√† di intervenire sullo stadio (attualmente ancora di propriet√† del Comune di Milano). Si part√¨ dal progetto (poi fallito) di Barbara Berlusconi di costruire un nuovo impianto per il Milan in Zona Portello, mentre dalle parti nerazzurre la priorit√† √® sempre rimasta quella di rimanere a San Siro.¬†Suning, sin dall’acquisizione dell’Inter nel 2016, ha sempre messo in chiaro che la questione andava risolta, e lo stesso¬†Steven Zhang¬†si √® espresso cos√¨ quasi un mese fa, parlando da neo presidente: “Dal punto di vista finanziario √® una priorit√†, ma √® meglio condividere uno stadio perch√© condivideremmo i costi operativi. Lo stadio sar√† comunque un‚Äôicona perch√© siamo due club tra i pi√Ļ importanti al mondo. San Siro √® teatro della gloria del calcio. Non posso per√≤ aspettare per sempre, per rinnovare San Siro.¬†Penso che il Milan e la citt√† di Milano debbano allinearsi con noi¬†per completare il lavoro prima possibile, creando una migliore esperienza. Se non possono farlo dovremo prendere un‚Äôaltra soluzione, ma la prima scelta e la migliore finanziariamente √® restare a San Siro”. Parole forti e decise, che a ripensarci ora si sono per√≤ rivelate molto utili, quasi a dare una scossa al Milan e a Milano tutta. L’Inter ha infatti aspettato pazientemente le controversie societarie del Milan negli ultimi due anni, con¬†Yonghong Li¬†che si √® rivelato personaggio poco affidabile e che concretamente ha soltanto fatto perdere due preziosi anni di tempo. Fortunatamente, con il fondo Elliott al comando del club, i discorsi si sono riaperti con maggiore seriet√†.¬†Il sindaco¬†Giuseppe Sala¬†ha spesso invitato la societ√† rossonera a prendere una decisione ed ha appreso con entusiasmo la notizia dell’accordo raggiunto. Normale, perch√® una citt√† come¬†Milano, all’avanguardia da sempre e capitale della modernit√†, non pu√≤ permettersi di non adeguarsi ai tempi.

SEGUI LA PAGINA INSTAGRAM DI INTERFANS

Come sarà il nuovo San Siro?

Innanzitutto, molti di noi amano San Siro cos√¨ com’√® e vorrebbero mantenerlo tale. D’altra parte, per√≤, c’√® necessit√† di¬†aumentare i ricavi¬†e mettersi al pari con i big club europei, che proprio dai loro stadi ricevono il maggior numero di introiti. Cos√¨, la soluzione pi√Ļ saggia √® sempre sembrata quella di rimanere al Meazza e dare una “rinfrescata” all’impianto, in modo da poterne trarre benefici economici. I tifosi nerazzurri sono ormai da anni quelli che fanno registrare il maggior numero di¬†presenze¬†allo stadio: nella speciale classifica europea, l’Inter rappresenta l’unico club italiano nella top 10. I tifosi del Milan si posizionano comunque secondi nella graduatoria nazionale. A Milano c’√® voglia di¬†grande calcio¬†ed i tifosi di entrambe le squadre meritano, una volta entrati alla Scala del Calcio, di vivere un’esperienza dotata di ogni tipo di comfort. In questo modo, le presenze allo stadio garantirebbero un’importante spinta economica per la societ√†, cosa che oggi ancora non avviene. Se guardiamo ai ricavi da stadio, infatti, il club nerazzurro ha incassato nella passata stagione soltanto 36,7 milioni, posizionandosi perfino dietro a Milan e Roma (39,6 e 39) e a distanze siderali dalla Juventus (56,4 milioni di euro). Le big europee viaggiano su medie spaventose: il Barcellona ha ricavi da stadio per 139,5 milioni, cui seguono Manchester United (125,7 milioni) e Real Madrid (123,1 milioni). Insomma, visto e considerato che la¬†passione dei tifosi nerazzurri¬†non teme confronti con nessuno, √® arrivato il momento di andare a pareggiare, entro pochi anni, numeri che oggi appaiono cos√¨ lontani.

L’idea del¬†Comune¬†√® quella di affidare a Inter e Milan lo stadio con un contratto di 99 anni, con un incontro che dovrebbe andare in scena nei primi giorni di dicembre. Il¬†restyling¬†seguir√† molto probabilmente quelle che erano le linee guida del progetto¬†Suning presentato gi√† due anni fa. La prima mossa sar√† la¬†riduzione della capienza a 60mila, eliminando il terzo anello: in questo modo, vista la media di tifosi nerazzurri che √® proprio di 60mila, lo stadio sarebbe praticamente¬†pieno¬†in tutte le partite casalinghe dell’Inter. L’area hospitality verr√† rinnovata completamente, con i ricavi maggiori che per Inter e Milan arriverebbero proprio da l√¨. L’impianto sarebbe vivibile sette giorni su sette. La societ√† nerazzurra vuole pi√Ļ servizi, pi√Ļ attivit√† commerciali, pi√Ļ posti vip all’interno dello stadio; all’esterno, invece, si potrebbe pensare a nuovi servizi, probabilmente nella zona dell’impianto del trotto. Prima di procedere, bisogner√† comunque verificare se ci sar√† l’allineamento della nuova propriet√† del Milan con quelle che erano le idee dell’Inter ed eventualmente discutere su nuove migliorie. L’obiettivo dovr√† essere comunque uno solo: rendere San Siro un¬†gioiello¬†e nello stesso tempo una “macchina da ricavi”. Si puntano i 100 milioni all’anno per entrambi i club e speriamo che la collaborazione possa rivelarsi proficua.

La Pinetina

Per quanto riguarda¬†Appiano Gentile, dove ha sede il “Centro Sportivo Suning in memoria di Angelo Moratti”, i lavori dovrebbero cominciare dalla¬†prossima estate. Il rinnovamento delle infrastrutture sar√† molto significativo: a partire dalla fine del campionato in corso si comincer√† a lavorare per la costruzione di una nuova palazzina davanti ai campi, in modo da migliorare i comfort per la squadra. Prima di tutto, quindi, comodit√† e privacy per¬†giocatori¬†e¬†staff, che potranno vivere giornalmente un’esperienza perfetta per prepararsi alle prestazioni sul campo. La fine dei lavori, in questa fase, √® prevista per marzo o aprile 2020: nascer√† un vero e proprio¬†albergo, con zone pubbliche e private pi√Ļ spaziose. Tutto avverr√† nel rispetto dei limiti ecologici imposti dal parco, ma si riuscir√† a costruire un nuovo ristorante, cos√¨ come una club house e delle nuove camere. Dopo la prima fase, nella primavera 2020 verr√† ristrutturata la palazzina gi√† esistente per favorire gli uffici di Inter TV e¬†Inter Media House, gi√† resasi protagonista di un ottimo lavoro. Inoltre, tra maggio e giugno, dovrebbe esserci anche un trasferimento di¬†sede: da Corso Vittorio Emanuele si passer√† a Porta Nuova, in via della Liberazione.¬†Idee, investimenti, progetto ambizioso: ancora una volta¬†Suning¬†mette a disposizione tutte le proprie possibilit√† e competenze per favorire la crescita dell’Inter.

COMMENTA SUL FORUM

24 anni, laureato in "Scienze della Comunicazione" presso l'Universit√† della Calabria. L'Interismo √® qualcosa che scorre dentro senza freni, in maniera totalmente irrazionale. Condividere questo sentimento √® magnifico, scrivere di Inter ancora di pi√Ļ.