Luciano Spalletti nella giornata di ieri ha ricevuto il premio “Nereo Rocco” ed a margine della cerimonia presso il Centro Tecnico Federale di Coverciano ha parlato ai microfoni di Inter Channel.

Premio importante? Soprattutto il fatto che si venga accostati a questi grandissimi personaggi che l’hanno ricevuto precedentemente, mi terrò questo premio gelosamente. Ero bambino quando guardavo le squadre di Nereo Rocco giocare, ero affezionato a questi totem del calcio, lui poi è stato uno dei primi a vincere in Europa e molti dopo si sono basati sul suo calcio che abbiamo portato anche dentro le partite, anche se i tempi sono cambiati. Ho ritrovato tantissime persone delle mie terre, del mio mondo, perché Coverciano, Firenze rappresentano il mio mondo, poi il fatto che ci fosse Massimo Moratti… molte cose che mi appartengono, sono felice di essere qui“, le sue parole.

Sui tifosi che domenica andranno al Meazza per la partita contro la Spal: “Ho ricevuto un messaggio dall’ufficio stampa dell’Inter: siamo già 42mila e dobbiamo crescere ancora, c’è bisogno di tutti“.

Clicca qui per leggere l’intervista completa.

----
FcInter1908.it è il sito di notizie sull'Inter. Collegati per rimanere informato sul mondo neroazzurro. Clicca per visitare fcinter1908.it