Mauro Icardi resta l’uomo più atteso tutte le volte che si parla di una partita dell’Inter. Della sua evoluzione ha parlato TuttoSportsottolineando: “Con Mazzarri era esclusivamente uomo d’area, con Mancini ha iniziato ad aiutare la squadra mentre oggi è un centravanti a tutto tondo, capace pure di sorbirsi ottanta metri di corsa – come fatto nella gara con il Genoa – per salvare un gol fatto arginando una ripartenza degli avversari. Quello che riesce meglio a Icardi restano però i gol”, scrive Stefano Pasquino.

Soprattutto Maurito fa bene in casa, ha segnato otto degli undici gol di questo inizio campionato nel “giardino di casa”: “Maurito ha segnato in 36 delle 69 partite giocate al Meazza (in pratica una su due…) con 52 gol totali arrivati grazie a 10 doppiette e a tre triplette”. L’argentino viene definito icona di questa Inter: ha come obiettivo giocare la Champions con la maglia nerazzurra e arrivare in questa stagione a 100 gol, finora ne ha segnati 89 e sembra non intenzionato a smettere e ha nel mirino Mario Corso che nella sua storia con il club milanese ha segnato 94 reti.

(Fonte: TuttoSport)

----
FcInter1908.it è il sito di notizie sull'Inter. Collegati per rimanere informato sul mondo neroazzurro. Clicca per visitare fcinter1908.it