Da qualche giorno rimbalzo tra i vari contatti per cercare di capire quale sia la strategia di mercato nerazzurra e vi confesso onestamente che capirci qualcosa è abbastanza arduo per diversi addetti ai lavori, a meno che non si voglia dare credito ai tanti si dice.
Di sicuro c’è pochissimo, ma proviamo lo stesso a fare un pò di chiarezza.

PARTENZE ECCELLENTI: Lo scrivo dalla fine della scorsa stagione e continuano a piovere conferme sulle due partenze dolorose che la società ha deciso di avallare se economicamente vantaggiose. L’obbiettivo è quello di ringiovanire la rosa sopratutto in mediana, con nomi di peso. Per fare questo, dopo i denari spesi a gennaio per riparare agli errori estivi, si deve necessariamente vendere.
Maicon e Snejider sono i candidati quasi unici, insieme a Thiago motta, tra i top players della squadra, Inizialmente anche Julio Cesar era entrato in questa rosa, con l’idea Viviano che si faceva prepotente, ma la volontà assoluta di rimanere del portierone brasiliano ha rimosso il suo nome e portato l’Inter a riscattare lo stesso il portiere fiorentino ma per usarlo come pedina di scambio.
Molti tifosi si indignano leggendo i nomi del colosso e di Wesley tra le cessioni, ed hanno assolutamente ragione, perchè lasciar partire due giocatori di questo calibro rappresenta sicuramente un indebolimento netto. Ed allora perchè? Nel caso di Maicon, per quanto dispiaciuto, la sua cessione la vedo più giustificata dall’età, dalla plusvalenza ottenibile dopo aver comunque avuto le sue prestazioni negli anni migliori, e dall’ultima stagione non proprio esaltante del brasiliano, contornato da tante voci extra calcistiche.
Per Snejider la situazione è differente. L’olandese ha disputato nell’anno del triplete una stagione fantastica e personalmente sono un estimatore assoluto del trequartista nerazzurro. In questa stagione non l’abbiamo praticamente mai visto, ma è bene fare un distinguo fondamentale: NESSUNA CESSIONE E’ DOVUTA ALL’ULTIMA STAGIONE. Se così fosse dell’attuale rosa ne rimarrebbero davvero pochi.
L’idea che si delinea dalle tante indiscrezioni è quella che da una parte siano arrivate manifestazioni di interesse dalla Premier, sponda United, con cifre importanti, dall’altra il modulo della squadra della prossima stagione difficilmente prevederà il trequartista ma più verosimilmente due punte esterne veloci e tecniche in un 4-3-3.

NOMI IN ARRIVO: Il mercato è fatto di nomi, ed in funzione del modulo tattico di cui sopra ecco che le alternative credibili sembrano essere Sanchez e Nasri, quest’ ultimo legato alla eventuale cessione di Sneijder, mentre per il primo ormai pare essere una telenovela ma l’offerta di Gennaio, Mariga, alcuni giovani in comproprietà tra cui Caldirola, e 15 milioni sembra essere stata aumentata per fronteggiare le altre pretendenti. Adesso la parte cash è arrivata a 18 più Santon e Mariga.
Il rebus rimane in difesa ed in mediana. Partendo Maicon, le mire nerazzurre si erano orientate su Criscito, con Nagatomo a destra, ma con il genoano ad un passo dal Napoli ed Isla che ha dichiarato di non volersi muovere le alternative andranno cercate nella prossima vetrina sudamericana.
Per il centrocampo serve un innesto di peso, non un mezzo giocatore. L’unico nome che pare sicuro è quello di Banega ma come seconda scelta, non sarà lui il pezzo pregiato del mercato, si sono fatti tanti nomi come quello eterno di Fabregas ma riscontri reali al momento non ci sono.

KAKA’ E GLI ALTRI: Potremmo poi aprire il capitolo dei “si dice” partendo dal Ricky madridista.
A differenza da quello che si possa pensare la trattativa o quantomeno il discorso con il Real è stato aperto. A Leonardo piace e non è un mistero, a Madrid il giocatore non gioca e Mourinho lo lascerebbe partire molto volentieri. Ma la situazione presenta molte difficoltà.
Intanto la cosa non è legata alla cessione di Maicon, che verrà pagato, mentre Kakà eventualmente arrriverebbe in prestito con diritto di riscatto e con l’ingaggio pagato a metà tra Inter e Real.
Sul valore teorico del giocatore non si discute, ma E’ ANCORA UN GIOCATORE KAKA? In pratica è fermo da un anno e mezzo, costa molto di ingaggio, è di difficile collocazione tattica, e sopratutto è un ex bandiera milanista e questo peserà molto…

Gli altri sono gli eterni accostati, Palacio, Poli,Giuseppe Rossi ( prossimo al Barcellona) ed adesso Pastore, giocatore per il quale Zamparini spara cifre folli, e per il quale in queste ore sembra essere in programma un colloquio con l’agente.

Nubi confuse e voci a metà, c’è da sperare che Marco Branca stia lavorando sottotraccia….

Leonardo Ciancarella

Interfans.org è la community dei tifosi dell'Inter. Ogni giorno centinaia di neroazzurri si incontrato sul nostro forum e si informano sulle notizie neroazzurre