Il Corriere dello Sport, oggi in edicola, ha scelto la formazione di tutti i tempi dell’Argentina: Fillol; Zanetti, Perfumo, Passarella, Tarantini; Ardiles, Redondo; Messi, Maradona, Kempes; Batistuta.

Javier Zanetti è uno degli elementi cardine di questa super formazione e ha espresso il suo parere: “Cosa ne penso della squadra più forte della storia dell’Argentina che è stata selezionata? E’ una formazione super offensiva, di grande qualità e con due fenomeni che fanno la differenza come Messi e Maradona. Mi piace parecchio anche la difesa perché schiera Passarella e Perfumo: sono stati due centrali insuperabili. Chi manca che meriterebbe? Simeone tatticamente era uno che sapeva leggere i momenti della partita e ti aiutava sempre perché aveva una personalità incredibile. Samuel dietro era ed è ancora una roccia. E poi Caniggia che era velocissimo.Cosa potrebbe fare nel calcio moderno una squadra del genere? Potrebbe rendere molto bene e garantire tanto possesso con elementi di qualità. Ci sono campioni che non fanno giocate fini a se stesse, ma che riescono a decidere gli incontri con le loro intuizioni. Al tempo stesso, però, ci sono anche calciatori in grado di gestire il risultato. Chi è il migliore in assoluto in questa squadra? Maradona e Messi a pari merito. Come fai tra due fenomeni così a sceglierne uno?. Quale è la Nazionale argentina più forte della storia? Quella del 1978. Aveva dei grandi giocatori. Le mancava solo Maradona… Quella del 1986 che ha vinto il Mondiale non aveva tanta qualità però c’era Diego nel momento migliore della sua carriera e un gruppo che lo supportava. Quella più forte in cui ho giocato? Quella che purtroppo è uscita dal Mondiale del 2002 con Bielsa in panchina.Con quale giocatore argentino di un’altra epoca avrei voluto giocare? Ardiles. Ho avuto un’ammirazione incredibile per lui vedendo i filmati. Maradona l’ho avuto come allenatore e anche questo è stato un privilegio. Qual è la partita con la maglia dell’Argentina che ho giocato e che ricordo con più piacere? Ai Mondiali del 1998 quella contro l’Inghilterra: segnai e ci qualificammo per i quarti. Giocare contro gli inglesi al tempo era molto sentito. Con quale invece vorrei rigiocare? Contro la Svezia, al Mondiali del 2002: pareggiammo e fummo eliminati. “

(Corriere dello Sport)

FcInter1908.it è il sito di notizie sull'Inter. Collegati per rimanere informato sul mondo neroazzurro. Clicca per visitare fcinter1908.it