Gian Piero Gasperini

Si , io dell' astio verso l' Inter contesto principalmente la perserveranza, perchè ad una certa basta, in fondo credo che paradossalmente quella bocciatura abbia fatto del bene pure a lui .
Si era bravo pure a Genova, ma secondo me si cresce anche delle esperienze negative ed è anche il suo caso
a Bergamo è un allenatore migliore. Poi anche io penso che la sua dimensione sia quella, quelle dove non si vince ma si lotta per competere, non è per le piazze milanesi o la juve, ma potrebbe anche rendere in una romana
per il resto si , ha le sue ragioni , venne veramente in una situazione strana , praticamente l' abbiamo preso ma non è stato allenatore dell' Inter sin dal suo primo giorno
E un anno dopo appoggi in toto Stramaccioni che come allenatore vale veramente pochino ( io direi nulla ma sono di buon'umore quindi non lo dico)
Penso che parte dell'astio venga anche da questo.
Alcune delle sue volontà erano di prendere Palacio, vendere Sneijder e mettere Milito al centro dell'attacco, mettendo da parte Pazzini.
Tutte cose avvenute con Stramaccioni.
Però eravamo in una situazione con lui in cui non potevamo esaudire le su richieste: aspettammo fino all'ultimo un'offerta dello united per Sneijder, poi i russi fecero i ponti d'oro ad Eto'o che per Gasperini sarebbe stato fondamentale, che fu sostituito con Forlan e al posto di Palacio arrivò in prestito Zarate.
In quella situazione poteva fare bene solo un minestraro come Ranieri se fosse arrivato ad inizio stagione, un allenatore da sistema era destinato a fallire (considerando che pure a metà stagione smontammo il giocattolo a Ranieri vendendo Motta).
 
Penso che parte dell'astio venga anche da questo.
Alcune delle sue volontà erano di prendere Palacio, vendere Sneijder e mettere Milito al centro dell'attacco, mettendo da parte Pazzini.
Tutte cose avvenute con Stramaccioni.
Però eravamo in una situazione con lui in cui non potevamo esaudire le su richieste: aspettammo fino all'ultimo un'offerta dello united per Sneijder, poi i russi fecero i ponti d'oro ad Eto'o che per Gasperini sarebbe stato fondamentale, che fu sostituito con Forlan e al posto di Palacio arrivò in prestito Zarate.
In quella situazione poteva fare bene solo un minestraro come Ranieri se fosse arrivato ad inizio stagione, un allenatore da sistema era destinato a fallire (considerando che pure a metà stagione smontammo il giocattolo a Ranieri vendendo Motta).
e io ripeto , gli riconosco che ha le sue ragioni, però dovrebbe pure dire basta
la verità è che la sua carriera è evoluta meglio in seguito
alll' Inter magari avrebbe fatto come Mazzarri , un quinto posto e poi sparire l' anno dopo , quindi francamente nulla di memorabile ( Mazzarri - Inter = dimenticatoio . potremmo dire pure che Mazzarri ha fatto un anno onestissimo, ma in fondo chi se lo ricorda ? ) , io dico che era lo scenario piu' probabile, perchè quella Inter li' era in una situazione di implosione ... e non bastava un Gasperini a risollevarla. Sarebbe arrivato anche un cambio di proprietà etc vera fase di transizione societaria, al di là di tutto.
Ha fallito , non principalmente per colpa sua , ma il contesto non era comunque il migliore per esprimersi
A Bergamo sta raccogliendo le migliori soddisfazioni della carriera, quindi tornare indietro a quell' esperienza in modo morboso non ha senso
Per una persona razionale, in realtà lui vive di pane e rancore
 
e io ripeto , gli riconosco che ha le sue ragioni, però dovrebbe pure dire basta
la verità è che la sua carriera è evoluta meglio in seguito
alll' Inter magari avrebbe fatto come Mazzarri , un quinto posto e poi sparire l' anno dopo , quindi francamente nulla di memorabile ( Mazzarri - Inter = dimenticatoio . potremmo dire pure che ha fatto un anno onestissimo, ma chi se lo ricorda ? ) , io dico che era lo scenario piu' probabile, perchè quella Inter li' era in una situazione di implosione ... e non bastava un Gasperini a risollevarla. Sarebbe arrivato anche un cambio di proprietà etc vera fase di transizione societaria, al di là di tutto.
Ha fallito , non per colpa sua certamente, ma il contesto non era comunque il migliore per esprimersi
A Bergamo sta raccogliendo le migliori soddisfazioni della carriera, quindi tornare indietro a quell' esperienza in modo morboso non ha senso
Per una persona razionale, in realtà lui vive di pane e rancore
No per carità, ripeto, un allenatore come lui nell'ambiente di una delle tre big storiche, anche se in una fase di decadenza, è destinato a cadere, come un po' tutti i "maestri" passati da Milano a Torino.
Il massimo per Gasperini la considero la Lazio, a patto che non ci sia un derby nelle prime giornate e gli diano la possibilità di cedere i meno funzionali al suo sistema.
 

piotor

Stella
Moderatore
M
e io ripeto , gli riconosco che ha le sue ragioni, però dovrebbe pure dire basta
la verità è che la sua carriera è evoluta meglio in seguito
alll' Inter magari avrebbe fatto come Mazzarri , un quinto posto e poi sparire l' anno dopo , quindi francamente nulla di memorabile ( Mazzarri - Inter = dimenticatoio . potremmo dire pure che ha fatto un anno onestissimo, ma chi se lo ricorda ? ) , io dico che era lo scenario piu' probabile, perchè quella Inter li' era in una situazione di implosione ... e non bastava un Gasperini a risollevarla. Sarebbe arrivato anche un cambio di proprietà etc vera fase di transizione societaria, al di là di tutto.
Ha fallito , non principalmente per colpa sua , ma il contesto non era comunque il migliore per esprimersi
A Bergamo sta raccogliendo le migliori soddisfazioni della carriera, quindi tornare indietro a quell' esperienza in modo morboso non ha senso
Per una persona razionale, in realtà lui vive di pane e rancore
Ma io non parlerei nemmeno di fallimento, quanto di aborto totale. Fece 3 partite orribili ma era evidente ci fosse ostracismo interno, sia nella squadra sia dall'alto.

Se non ricordo male fu una scelta di Branca che MM accetto' controvoglia salvo poi farsi partire l'embolo dopo due giornate.

Gli fecero un mercato nonsense per il progetto tecnico/tattico.

Un bordello totale assolutamente senza la minima programmazione.
 
M

Ma io non parlerei nemmeno di fallimento, quanto di aborto totale. Fece 3 partite orribili ma era evidente ci fosse ostracismo interno, sia nella squadra sia dall'alto.

Se non ricordo male fu una scelta di Branca che MM accetto' controvoglia salvo poi farsi partire l'embolo dopo due giornate.

Gli fecero un mercato nonsense per il progetto tecnico/tattico.

Un bordello totale assolutamente senza la minima programmazione.
È stato una sorta di benitez bis.
Moratti aveva mostrato disinteresse nella scelta del nuovo allenatore, però quando poi gliene hanno portato uno ha deciso di snobbarlo.
Forse si era fatto la bocca con bielsa e magari anche gli argentini se l'erano fatta, però Moratti è così, se non sceglie lui l'allenatore, poi si comporta al limite del sabotaggio.
Ma d'altronde dall'altra parte di Milano faceva lo stesso Galliani quando Berlusconi lo scavalcava e prendeva Terim e Seedorf.
 
M

Ma io non parlerei nemmeno di fallimento, quanto di aborto totale. Fece 3 partite orribili ma era evidente ci fosse ostracismo interno, sia nella squadra sia dall'alto.

Se non ricordo male fu una scelta di Branca che MM accetto' controvoglia salvo poi farsi partire l'embolo dopo due giornate.

Gli fecero un mercato nonsense per il progetto tecnico/tattico.

Un bordello totale assolutamente senza la minima programmazione.
si allenatore preso controvoglia, senza motivazione, quasi per costrizione, veramente un pasticcio brutto
come ha scritto giustamente un utente andava preso subito un minestraro ( cioè Ranieri) se l' intenzione era quella,
io c'ero su IF ed una cosa che ricordo è che al tempo preferivo Delio Rossi, allenatore " da Lazio" che comunque non ti avrebbe nemmeno obbligato a cambiare di troppo l' assetto tattico ( nemmeno troppo minestraro, giocava un buonissimo calcio)
l' odore d insuccesso si avvertìva da subito , ed infatti credo che sia l' unico allenatore interista a non avere vinto nemmeno una partita di precampionato
 
No per carità, ripeto, un allenatore come lui nell'ambiente di una delle tre big storiche, anche se in una fase di decadenza, è destinato a cadere, come un po' tutti i "maestri" passati da Milano a Torino.
Il massimo per Gasperini la considero la Lazio, a patto che non ci sia un derby nelle prime giornate e gli diano la possibilità di cedere i meno funzionali al suo sistema.
Gasperiodo con Lotirchio ? Mammamia, acquisterei un bancale di popcorn e non mi perderei una partita daa lazie, conferenze stampa incluse....anzi, conferenze stampa in primis :sizi
 

piotor

Stella
Moderatore
È stato una sorta di benitez bis.
Moratti aveva mostrato disinteresse nella scelta del nuovo allenatore, però quando poi gliene hanno portato uno ha deciso di snobbarlo.
Forse si era fatto la bocca con bielsa e magari anche gli argentini se l'erano fatta, però Moratti è così, se non sceglie lui l'allenatore, poi si comporta al limite del sabotaggio.
Ma d'altronde dall'altra parte di Milano faceva lo stesso Galliani quando Berlusconi lo scavalcava e prendeva Terim e Seedorf.
Chiaro, ma almeno da loro una stagione (piu' o meno) la finsicono.

Gasp si vedeva proprio non fosse in controllo del gruppo. Era anarchia totale evidentemetne fomentatata dal buon MM, che non e' molto bravo a gestire i propri istinti.

Assurdo che abbia tenuto Strama quasi due anni salvo sfankulare Benitez e Gasp in pochi mesi. Proprio un discorso di mancato feeling con le sfere alte.
 

piotor

Stella
Moderatore
si allenatore preso controvoglia, senza motivazione, quasi per costrizione, veramente un pasticcio brutto
come ha scritto giustamente un utente andava preso subito un minestraro ( cioè Ranieri) se l' intenzione era quella,
io c'ero su IF ed una cosa che ricordo è che al tempo preferivo Delio Rossi, allenatore " da Lazio" che comunque non ti avrebbe nemmeno obbligato a cambiare di troppo l' assetto tattico ( nemmeno troppo minestraro, giocava un buonissimo calcio)
l' odore d insuccesso si avvertìva da subito , ed infatti credo che sia l' unico allenatore interista a non avere vinto nemmeno una partita di precampionato
Gasp col 3-4-3 a cui prendi Forlan,Castaignos,Zarate,Poli,Jonathan ed Alvarez.

Che periodo del kazzo, oserei dire. Quanta mediocrita'.
 
Gasp col 3-4-3 a cui prendi Forlan,Castaignos,Zarate,Poli,Jonathan ed Alvarez.

Che periodo del kazzo, oserei dire. Quanta mediocrita'.
Leonardo che ti lascia all' improvviso ( io ero pure contento , fraud per me , mi sembrò manna dal cielo )
Tutto che pare apparecchiato per Bielsa, ero pure curioso dalla cosa, e non troppo spaventato perchè io tanto Leonardo non lo volevo ri-vedere
poi fulmine al cielo sereno con Bielsa che dice di avere dato la parola all' Athletic Club
Da li' il caos totale, errori che si moltiplicano a successione, Ranieri che ci mette una pezza nel breve periodo con la minestra, poi la cessione di Thiago Motta fa aprire il vaso di Pandora
 
Ma tutta sta taffazzata per dire cosa ?
Che il senzapalle aveva le sue ragioni ?
Un allenatore top la prima cosa che fa è sedersi a tavolino e contrattare tutte le fasi più importanti di un progetto.
Sennò non fai altro che rimanere dove cavolo sei
 
Leonardo che ti lascia all' improvviso ( io ero pure contento , fraud per me , mi sembrò manna dal cielo )
Tutto che pare apparecchiato per Bielsa, ero pure curioso dalla cosa, e non troppo spaventato perchè io tanto Leonardo non lo volevo ri-vedere
poi fulmine al cielo sereno con Bielsa che dice di avere dato la parola all' Athletic Club
Da li' il caos totale, errori che si moltiplicano a successione, Ranieri che ci mette una pezza nel breve periodo con la minestra, poi la cessione di Thiago Motta fa aprire il vaso di Pandora
Mi ricordo già le probabili formazioni con Bielsa, con Vidal non ancora preso dalla giuve come uno dei principali obiettivi per il centrocampo.
Era una scelta che mi incuriosiva molto e mi affascinava. Peccato che non si combinò nulla, anche perché per i calciatori argentini, Zanetti in primis, era una specie di Dio, avrebbe tenuto lo spogliatoio bene.
Poi avrebbe litigato con i dirigenti nel giro di pochi mesi, senza dubbio.
 
Ma tutta sta taffazzata per dire cosa ?
Che il senzapalle aveva le sue ragioni ?
Un allenatore top la prima cosa che fa è sedersi a tavolino e contrattare tutte le fasi più importanti di un progetto.
Sennò non fai altro che rimanere dove cavolo sei
Ma non era un allenatore top.
Era un allenatore in quel periodo appiedato e che ha visto passare il treno della squadra campione del mondo in carica, che probabilmente non sarebbe più ricapitato.
Ha accettato come molti altri anche in condizioni non facili.
È andata male per tanti motivi, uno dei quali è che lui non è adatto a certi ambienti, ma almeno non si è bruciato come un Manfredi o un Giampaolo.
 
Ma non era un allenatore top.
Era un allenatore in quel periodo appiedato e che ha visto passare il treno della squadra campione del mondo in carica, che probabilmente non sarebbe più ricapitato.
Ha accettato come molti altri anche in condizioni non facili.
È andata male per tanti motivi, uno dei quali è che lui non è adatto a certi ambienti, ma almeno non si è bruciato come un Manfredi o un Giampaolo.
Errore suo, l'ho sempre detto....e quindi continuare a spaccare la minchia mostrando la sua spocchia non ne fa certo un allenatore top neppure adesso.
Ed errore di Branca ad aver insistito con Moratti per sceglierlo
Non mi pare poi che, in tutto questo tempo, grandi club si siano scannati per averlo.
Sarà perché quando lo chiamano e risponde, pensano sempre che risponda la moglie e quindi mettono giù.
 

luiz

Turnover
Lui come tanti altri, quando arriva l'occasione della vita accettano senza riserva e poi quando arriva l'ora di essere esonerati o sostituiti a fine stagione spruzzano veleno. Avrebbe dovuto dire più onestamente che la tentazione è stata forte e il rammarico ancora di più. Fine. Vada a fare il suddito alla Juve.
 

Notizie Inter

Alto