• Benvenuto! Sei atterrato sul forum dell'Inter più frequentato del web.
    Iscriviti subito per interagire con centinaia di tifosi neroazzurri.
    Ti aspettano giochi a premi e mille altre sorprese.
      Clicca qui per registrarti adesso!

Suning

Milito221

Titolare
3.425
1.582
62
INTER IS "NOT FOR EVERYONE"

Il nuovo mindset del club nel video hero che lancia la campagna di comunicazione internazionale

Not For Everyone. 'Non è da tutti'. Da qui riparte l'Inter che, con il video hero presentato oggi, lancia il claim e il nuovo posizionamento del club nerazzurro con la prima campagna di brand portando Inter fra i grandi marchi globali.

"Con Not For Everyone vogliamo raccontare la nuova era dell'Inter. Quella che affronta le proprie sfide con coraggio e intraprendenza. E che accoglie a braccia aperte chi, come noi, vuole fare la differenza in campo e fuori", dichiara il Presidente Steven Zhang.

Con questa intenzione sono stati scelti i 5 protagonisti del video: personaggi che sono arrivati a realizzare sé stessi in diversi campi grazie al coraggio, al sacrificio e alla tenacia che li hanno spinti al raggiungimento dei propri obiettivi.

Airton Cozzolino, italiano di origine capoverdiana, surfer e campione del mondo di kitesurf a soli 17 anni;
Duan Jin Ting, ballerina cinese, fondatrice del collettivo di danza contemporanea D.Lab Dance;
Alessandro 'Stermy' Avallone, pro gamer italiano, è uno dei più forti giocatori di tutti i tempi nella categoria degli FPS;
Omer, storico writer milanese, oggi artista di livello internazionale;
Jessica Kahawaty, modella internazionale libanese, filantropa e ambassador in prima persona di campagne per diritti umanitari.

Il video "Not For Everyone" è un susseguirsi di emozioni dirompenti: immagini dal linguaggio poetico si alternano a sequenze ad alto impatto, che raccontano la lotta contro sé stessi, il superamento delle difficoltà senza mai abbattersi, il dare sempre il tutto per tutto.

Questi sono i temi che rappresentano la 'nuova era dell'Inter': determinata, innovativa, instancabile e coraggiosa, capace di imprese #NotForEveryone.

La nuova attitudine del club nerazzurro non è destinata solo al campo o all'ambito sportivo, ma abbraccia vari aspetti di vita. Parla a tutti coloro che hanno insito questo nuovo approccio. Tutti possono essere interisti e a fianco del club, se possiedono questa inclinazione.

La nuova campagna internazionale "Not For Everyone" si articola in diverse azioni di comunicazione: il lancio del video hero, che è stato anticipato da proiezioni pubbliche in luoghi iconici di Milano nella notte tra sabato 13 e domenica 14 luglio, sarà accompagnato da iniziative social del club, di alcuni talent nazionali ed internazionali e dalle installazioni OOH in punti strategici della città di Milano che saranno visibili dalla fine di luglio.

This Soul, This Name, This City. Not For Everyone.

Nei video siamo forti, forza che qui bisogna espandere il Brand!!!
 

Tuettili

Vice capitano
7.229
2.910
54
Continuo ad inorridire per il pervicace uso della terza persona singolare dei verbi allorché si parla di Inter in lingua Inglese. In seconda media insegnano che in Inglese i nomi collettivi anche se sono al singolare vogliono comunque le forme plurali del verbo. Infatti ho una sciarpa che comprai a Londra mille mila anni fa con la scritta "Arsenal are magic !". Vabbè che il linguaggio pubblicitario usa un Inglese molto colloquiale e molto tendente all'Americano, ma confesso che a me che sono cresciuto a pane e Queen's English queste cose danno un po' fastidio ... :cautious:
 

Numerodue

Bandiera
Moderatore
27.445
7.666
70
Tutti quelli che parlano di brand e dell'importanza del brand nel calcio moderno dovrebbero capire che l'unico modo per espanderlo è avere i giocatori che ti permettono di farlo.

Questo era brand
Vedi l'allegato 2369376
Questo era qualcuno dal doppio cognome che ha sfruttato per anni l'amicizia con Moratti per sponsorizzare l'Inter a prezzi di favore, basta vedere la storia delle maglie di allenamento....
 

Numero9

Titolare
4.521
1.043
45
Continuo ad inorridire per il pervicace uso della terza persona singolare dei verbi allorché si parla di Inter in lingua Inglese. In seconda media insegnano che in Inglese i nomi collettivi anche se sono al singolare vogliono comunque le forme plurali del verbo. Infatti ho una sciarpa che comprai a Londra mille mila anni fa con la scritta "Arsenal are magic !". Vabbè che il linguaggio pubblicitario usa un Inglese molto colloquiale e molto tendente all'Americano, ma confesso che a me che sono cresciuto a pane e Queen's English queste cose danno un po' fastidio ... :cautious:
Non ci giurerei, ma penso che nemmeno a Oxford applichino più la regola per le squadre sportive. Anche perchè è tutto da "dimostrare" che sia Inter sia effettivamente un nome collettivo.
 

Tuettili

Vice capitano
7.229
2.910
54
Non ci giurerei, ma penso che nemmeno a Oxford applichino più la regola per le squadre sportive. Anche perchè è tutto da "dimostrare" che sia Inter sia effettivamente un nome collettivo.
Mah, come ho detto il linguaggio pubblicitario si serve spesso (per non dire sempre) dell'American English, che lascia maggiore libertà in questo senso - anzi quasi sempre usa senz'altro il verbo al singolare. Nel Queen's English, al contrario, le regole sono abbastanza precise e anche se è vero che oggi si tende a privilegiare un uso più colloquiale, è altrettanto vero che l'Inter è il nome di una squadra e team è una di quelle parole che richiedono tassativamente il verbo al plurale (come l'esempio che ho portato prima, "Arsenal are magic !"). E' anche vero che ho iniziato a studiare Inglese oltre 50 anni fa e che non ostante una Laurea in Letteratura Nord-Americana, vari parenti sparsi negli USA ed una certa frequentazione dell'altra sponda dell'Oceano per motivi di lavoro, il mio è rimasto sempre un Queen's English. Infatti con mio figlio, che parla un Inglese molto Americano, talvolta siamo costretti a ripetere la pronuncia di qualche parola per capirci perché di primo acchito non sempre ci riusciamo.
Scusate l'OT.
 

Memorabilia

Titolare
3.988
1.816
58
Continuo ad inorridire per il pervicace uso della terza persona singolare dei verbi allorché si parla di Inter in lingua Inglese. In seconda media insegnano che in Inglese i nomi collettivi anche se sono al singolare vogliono comunque le forme plurali del verbo. Infatti ho una sciarpa che comprai a Londra mille mila anni fa con la scritta "Arsenal are magic !". Vabbè che il linguaggio pubblicitario usa un Inglese molto colloquiale e molto tendente all'Americano, ma confesso che a me che sono cresciuto a pane e Queen's English queste cose danno un po' fastidio ... :cautious:
Anche io sono un po’ classico su queste cose ma al giorno d’oggi sentire un “Arsenal are magic” è fuori dal mondo.
 

marc.overmars

Fuoriclasse
14.910
12.376
81
Si, ma non si stava parlando di cifre.
E' che leggendo il post di Tuettili con "hanno speso", "spenderanno", sembrava che i soldi uscissero dalle tasche di Zhang.
Non è così.
Invece è così
Per tutto ciò che non è “vietato“ dalla uefa, i soldi escono DIRETTAMENTE dalle tasche di zhang e non dall’inter.
Al momento hanno messo quasi 600 mln
E l’inter non gliela hanno mica regalata, neh.
Oppure potevano evitare di comprarla e noi potevamo giocare nei dilettanti contro la viterbese.
 

wyser

Titolare
3.840
647
54
Invece è così
Per tutto ciò che non è “vietato“ dalla uefa, i soldi escono DIRETTAMENTE dalle tasche di zhang e non dall’inter.
Al momento hanno messo quasi 600 mln
E l’inter non gliela hanno mica regalata, neh.
Oppure potevano evitare di comprarla e noi potevamo giocare nei dilettanti contro la viterbese.
Escono dalle tasche di Zhang le sponsorizzazioni.
Lui vende le lavatrici con il nostro marchio e ci paga.
Il giusto o poco più, tranquillo che non ci regala niente.
Per quanto riguarda l'aver speso per comprarla e noi a giocare contro la Viterbese, credi pure quello che vuoi.
P.S. Non è vietato dalla UEFA neanche ricapitalizzare. Cosa che si guardano bene dal fare, perchè in quel caso si che tirerebbero fuori soldi senza nessun ritorno.
 
Ultima modifica:

Lothar10

Capitano
8.655
1.892
65
Chissà se torneremo mai ad avere un giocatore che ci regali le stesse emozioni
che possa nascere un'altro fenomeno del genere la vedo dura...però mai dire mai...
che poi possa eventualmente vestire la nostra maglia...mah...
la vedo ancora più dura...
Intanto bisognerebbe cominciare a vincere qualcosa giusto per tornare ad essere quantomeno appetibili per determinati giocatori, ma questa squadra ha notevoli limiti tecnici e di rapidità che difficilmente potranno consentirgli di essere realmente competitiva fino alla fine.
Anche vero però che il calcio moderno in tal senso offre pochissimo e quindi con una ottima preparazione fisica, una disciplina ferrea ed una tattica rispettata in modo maniacale, si può raggiungere l'obbiettivo importante.
Conte penso sia stato preso proprio per questo motivo.
 

Triceracop

Prima squadra
930
707
46
che possa nascere un'altro fenomeno del genere la vedo dura...però mai dire mai...
che poi possa eventualmente vestire la nostra maglia...mah...
la vedo ancora più dura...
Intanto bisognerebbe cominciare a vincere qualcosa giusto per tornare ad essere quantomeno appetibili per determinati giocatori, ma questa squadra ha notevoli limiti tecnici e di rapidità che difficilmente potranno consentirgli di essere realmente competitiva fino alla fine.
Anche vero però che il calcio moderno in tal senso offre pochissimo e quindi con una ottima preparazione fisica, una disciplina ferrea ed una tattica rispettata in modo maniacale, si può raggiungere l'obbiettivo importante.
Conte penso sia stato preso proprio per questo motivo.
Il fenomeno è unico, mi accontenterei di vedere una sorta di giovane Mbappé all'Inter che cresca con noi e che diventi uno dei più forti. Il problema è anche la serie A, è innegabile che i campioni di oggi preferiscono giocare nella liga o nella premier.
Come hai detto tu abbiamo una rosa con dei limiti tecnici palesi che però possono essere attenuati, in questi anni troppi acquisti sbagliati e di conseguenza troppa paura a vendere quei pochi giocatori buoni che avrebbero permesso di fare delle ottime plusvalenze e quindi a puntare a giocatori più forti, con il fpf ci vuole un mercato più dinamico, c'è troppo attaccamento morboso per giocatori che alle fine spostano veramente poco
 

Snake82Bis

Prima squadra
681
261
33
Sintesi di tre anni di Suning sul piano sportivo.
L'ultimo anno prima che ci acquistassero siamo arrivati quarti.
Dopo tre anni il meglio che siamo riusciti a fare è arrivare quarti (e non vedo che merito abbiano per il fatto che una volta arrivare quarti non bastasse per entrare in champions mentre adesso invece si).

Sul piano del bilancio da quel che sento sono invece state fatte buone cose, ma ahimè… purtroppo a me piace il calcio, c'ho sta sfiga. Sull'economia aziendale sono un po' più freddino.
 
Alto