Benvenuto!

Registrandoti, potrai mandare messaggi privati agli altri utenti e dialogare con centinaia di tifosi dell'Inter

Registrati adesso è gratis!
  • Interfans.org cerca un grafico per la nostra pagina Instagram
    Se hai esperienza e sei interessato/a contattaci: interfans.org@gmail.com

Adriano Leite Ribeiro

Max-Legion

Primavera
Registrato
1 Settembre 2019
Messaggi
446
Certo che dal 1997 al 2009, ne abbiamo visto di campioni: Ronaldo, Adriano, Vieri, Ibra, Eto' e Milito. Passano in secondo piano giocatori come Cruz e Crespo al loro cospetto e credo di aver detto tutto. Senza dimenticare uno che poteva essere, potenzialmente, secondo solo al fenomeno: el Chino. Bei ricordi!!!
 

abbatem

Prima squadra
Registrato
9 Marzo 2005
Messaggi
616
Certo che dal 1997 al 2009, ne abbiamo visto di campioni: Ronaldo, Adriano, Vieri, Ibra, Eto' e Milito. Passano in secondo piano giocatori come Cruz e Crespo al loro cospetto e credo di aver detto tutto. Senza dimenticare uno che poteva essere, potenzialmente, secondo solo al fenomeno: el Chino. Bei ricordi!!!

Recoba resta un rimpianto incredibile, ma voglio dubitare che il suo talento sia superiore a quello dell'Imperatore. :dente:
 

nero&azzurro

Fuoriclasse
Registrato
5 Aprile 2006
Messaggi
13.795
Maledetto il giorno che il signore ha preso con se suo padre.
Quel giorno, indirettamente, si prese anche lui :(

Purtroppo proveniva da un quartiere degradato di Rio dove cresci con frequentazioni pessime e se non hai una figura che ti guida, in questo caso come hai detto giustamente tu suo padre, e non hai un carattere così forte da tagliare i ponti con passato e cattivi consiglieri è dura anche per un fenomeno del calcio come lui
 

Max-Legion

Primavera
Registrato
1 Settembre 2019
Messaggi
446
Recoba resta un rimpianto incredibile, ma voglio dubitare che il suo talento sia superiore a quello dell'Imperatore. :dente:
Solo potenzialmente e ...forse :). Per fermare Adriano nel suo periodo migliore, ci voleva un bazooka, due difensori non bastavano, era unstoppable. Recoba, nel suo periodo migliore... ma l'ha mai avuto un periodo migliore ? :unsure::unsure: Dopo certe giocate pensavo che fosse finalmente arrivata la sua consacrazione, salvo poi ricredermi una settimana dopo, chiedendomi chi fosse quello scansafatiche col numero 20. Ovviamente scelgo tutta la vita l'Imperatore!!!
 

valefi87

Bandiera
Registrato
24 Maggio 2011
Messaggi
31.979
Purtroppo proveniva da un quartiere degradato di Rio dove cresci con frequentazioni pessime e se non hai una figura che ti guida, in questo caso come hai detto giustamente tu suo padre, e non hai un carattere così forte da tagliare i ponti con passato e cattivi consiglieri è dura anche per un fenomeno del calcio come lui
Cosa poteva diventare se suo padre fosse rimasto in vita, non ci voglio pensare guarda
 
Ultima modifica:

nero&azzurro

Fuoriclasse
Registrato
5 Aprile 2006
Messaggi
13.795
Vero, giocate pazzesche, da cineteca. Purtroppo per noi, troppo discontinuo.

Ha vissuto in pieno l'era rubbe nel periodo di maggior splendore.
Avesse giocato nella rubbe quegli anni, sarebbe stato più celebrato di Platini e avrebbe avuto un palmares molto più importante perchè gli avrebbero permesso di vincere
 

Max-Legion

Primavera
Registrato
1 Settembre 2019
Messaggi
446
Ha vissuto in pieno l'era rubbe nel periodo di maggior splendore.
Avesse giocato nella rubbe quegli anni, sarebbe stato più celebrato di Platini e avrebbe avuto un palmares molto più importante perchè gli avrebbero permesso di vincere
Come darti torto? Celebrano Dybala che non vale mezza calza di Recoba. Però rub...cioè vince.
 

fast65

Bandiera
Registrato
3 Gennaio 2012
Messaggi
36.042
Cosa poteva diventare se suo padre fosse rimasto in vita, non ci voglio pensare guarda

derubricare tutte le cazzate che ha combinato per la morte del padre, mi sembra esagerato.
sicuramente nell'immediato può aver influito,ma bisogna ricordarsi che lui aveva anche una madre a qui dover badare e una famiglia all'inter che lo aveva praticamente adottato.
il suo rientro in brasile poi ha peggiorato le cose e non credo c'entrasse la mancanza del padre.
il suo vero male sono stati i soldi dello zio moratti e non aver trovato una compagna che lo tenesse in riga.
 

valefi87

Bandiera
Registrato
24 Maggio 2011
Messaggi
31.979
derubricare tutte le cazzate che ha combinato per la morte del padre, mi sembra esagerato.
sicuramente nell'immediato può aver influito,ma bisogna ricordarsi che lui aveva anche una madre a qui dover badare e una famiglia all'inter che lo aveva praticamente adottato.
il suo rientro in brasile poi ha peggiorato le cose e non credo c'entrasse la mancanza del padre.
il suo vero male sono stati i soldi dello zio moratti e non aver trovato una compagna che lo tenesse in riga.
Ma anche le finte amicizie che aveva attorno non hanno aiutato.
Ci sono interviste di Moratti e Zanetti dove parlano di Adriano :sizi
 

fast65

Bandiera
Registrato
3 Gennaio 2012
Messaggi
36.042
Ma anche le finte amicizie che aveva attorno non hanno aiutato.
Ci sono interviste di Moratti e Zanetti dove parlano di Adriano :sizi

certo anche quello,più o meno come balottelli sempre circondato da tanti "amici" che lo portano di locale in locale.
 

Giuse1979

Titolare
Registrato
10 Maggio 2009
Messaggi
3.595
Lo preferivo anche a ronnie...mai visto un attaccante con una potenza del genere, una velocità del genere, un tiro del genere, un dribbling del genere, una tecnica del genere tutto in un solo uomo contemporaneamente e tirava pure delle punizioni assurde.

Bho penso che sarebbe potuto diventare il n1 all times... ma forse madre natura e il destino si sono accorti ad un certo punto di aver un attimino esagerato creando l'Imperatore e han deciso di fargli perdere la brocca nel peggior modo possibile.

un vero peccato... il più grande rimpianto
 

Tuettili

Campione
Registrato
9 Settembre 2014
Messaggi
10.247
L'ho scritto tante volte: l'unico giocatore che mi ha fatto "innamorare" calcisticamente ancor prima di aver toccato palla ! Nella sua prima, famosissima apparizione in maglia nerazzurra (amichevole contro il Real) appena entrato viene incontro al pallone, sulla trequarti destra: finta di stop, pallone lasciato scorrere al lato del difensore alle sue spalle, giravolta fulminea dalla parte opposta e hop ! Roba da fuoriclasse, si è capito subito che il ragazzo era speciale. La punizione-goal della vittoria poi, parla da sola - più che altro il fatto che si vide chiaro che Cuper dalla panchina ordinò che la calciasse il ragazzino appena arrivato anziché uno dei navigati compagni, segno che era bastato qualche allenamento a far capire al mister di avere tra le mani un super !