L’Inter attraversa il momento più difficile della stagione, fra risultati in campo e problematiche esterne. Fortunatamente, oggi alle ore 20 chiuderà il calciomercato, portandosi via i vari rumors sul futuro dei vari Perisic, Candreva e Miranda. La linea societaria è stata chiara: si va avanti con questi uomini fino a giugno, poi si tireranno le somme e, nel caso, ognuno per la sua strada. Ma adesso serve coesione e compattezza per raggiungere gli obiettivi che la società si è prefissata. E, fra questi, un ruolo importante è recitato dal cammino in Coppa Italia, che aspetta l’ultima semifinalista che si aggiungerà a Milan, Fiorentina e Atalanta. L’importanza della competizione è proporzionale alle possibilità dell’Inter. Già, perchè le premature eliminazioni di Juventus e Napoli fanno sì che per i nerazzurri possano aprirsi nuovi scenari. Con la prima e la seconda forza del campionato fuori dai giochi, all’Inter terza adesso si può realisticamente chiedere di vincere la Coppa Italia. E proprio da una vittoria stasera potrebbe partire quella riscossa che dovrà fare da apripista per gli ultimi 4 mesi di stagione. Quale migliore occasione per farlo se non stasera, con un San Siro che riaprirà le porte a gran parte del proprio pubblico. La Curva Nord sconterà l’ultima giornata di squalifica e, per l’occasione, gli ultras della Lazio, gemellati proprio con i nerazzurri, hanno deciso di disertare il Meazza come segno di solidarietà.

Avversario e precedenti

Le partite contro la Lazio sono da sempre un crocevia importante nelle stagioni nerazzurre. Senza scomodare la Coppa UEFA 1998 e il 5 maggio 2002, in tempi più recenti ricordiamo tutti la sconfitta a San Siro del 2015-16 che aprì la lunga crisi invernale nerazzurra o la caduta, sempre in Coppa Italia, sempre in casa e sempre ai quarti, nella stagione 2016-17. Le ultime due sfide contro i biancocelesti, però, si sono rivelate dei trionfi per l’Inter: il ricordo del gol di Vecino è ancora fresco per quanto riguarda la stagione 2017-18, mentre in quella attuale i nerazzurri hanno sfornato la miglior prova stagionale  (0-3 all’Olimpico). Limitandoci alla Coppa Italia, oltre alla sopracitata sfida del 2017, nelle ultime sfide l’Inter è riuscita ad eliminare i biancocelesti in semifinale nel 2006 e nel 2008: bilancio totale in Coppa di 6 vittorie, 5 pareggi e 5 sconfitte. La squadra di Simone Inzaghi è attualmente settima in campionato a pari merito con l’Atalanta, ma viene da una grandissima partita disputata contro la Juventus, culminata con una dolorosa quanto immeritata sconfitta. Logico che possano mettere in campo tutta la rabbia derivante da questo risultato, ma l’Inter è obbligata a fare lo stesso.

Le scelte di Spalletti: probabile formazione

Fuori dai convocati Keita (potrebbe esserci contro il Bologna o, al più tardi, contro il Parma), Vrsaljko (probabile che la sua esperienza all’Inter si sia già conclusa) e De Vrij (fermato da un problema muscolre). Luciano Spalletti ha annunciato che Cedric non partirà da titolare perchè non è ancora pronto, e per questo motivo il quartetto difensivo è già fatto: conferma di D’Ambrosio a destra e ritorno di Asamoah a sinistra, con la coppia difensiva della scorsa stagione, Skriniar-Miranda. Il centrocampo è il reparto che contiene i maggiori dubbi: solo Brozovic appare certo di una maglia da titolare. Vecino, dopo una pessima prova contro il Torino, andrà in panchina: Gagliardini appare il favorito per sostituirlo. A centrocampo, Nainggolan continua a non convincere per forma fisica: se non ci fosse stata l’emergenza sulle ali, Spalletti avrebbe schierato probabilmente Joao Mario come terzo. Il momento più che particolare per Perisic e Candreva, uniti all’infortunio di Keita, potrebbero però condurre al portoghese come ala offensiva (ruolo che ha ricoperto frequentemente con la Nazionale portoghese) ed aprire alla soluzione Borja Valero a centrocampo, pronto a scambiarsi la posizione di regista con Brozovic. Davanti, poi, Politano (squalificato per due turni in campionato. Solita mano pesante del giudice sportivo contro i nerazzurri…) e Icardi appaiono certi di una maglia da titolari.

Calcio d’inizio e copertura TV

Inter-Lazio, ultima gara valida per i quarti di finale di Coppa Italia, si disputerà a San Siro con calcio d’inizio ore 21. Diretta televisiva su Rai 2. Buona partita a tutti gli Interisti, con l’invito a commentarla sul forum insieme a tantissimi altri tifosi nerazzurri.

 

 

 

22 anni, laureando in "Scienze della Comunicazione" presso l'Università della Calabria. L'Interismo è qualcosa che scorre dentro senza freni, in maniera totalmente irrazionale. Condividere questo sentimento è magnifico, scrivere di Inter ancora di più.