• Benvenuto! Sei atterrato sul forum dell'Inter più frequentato del web. Iscriviti subito per interagire con centinaia di tifosi neroazzurri.
    Ti aspettano giochi a premi e mille altre sorprese.   Clicca qui per registrarti adesso!

Dimissioni Sabatini

2.332
1.594
54
Secondo me Ferrero ha insultato Audero, autore di una prova imbarazzante, Sabatini gli ha detto la sua, e il presidente non l'ha voluta sentire.

Sabatini sarà anche un buon dirigente in prepensionamento, ma Ferrero ha torto a prescindere, non credo capisca qualcosa di calcio e immagino sia pure fuori di capa
 

Ah Lautaromachia!

Esordiente
198
158
38
Conoscendo le maniere da boro di quel personaggio prestato al calcio che è il presidente non mi riesce difficile immaginare cosa gli sia uscita dalla bocca. Magari di fronte alla squadra poi, cosa che fa sbroccare Sabatini oltre misura. Perchè se c'è una cosa che pretende è il rispetto dei ruoli.
E comunque auguro al boro di vendere perchè se Sabatini si porta via anche Osti voglio vedere come fa a tirare avanti.
 

Brasillach

Fuoriclasse
14.296
7.879
86
Conoscendo le maniere da boro di quel personaggio prestato al calcio che è il presidente non mi riesce difficile immaginare cosa gli sia uscita dalla bocca. Magari di fronte alla squadra poi, cosa che fa sbroccare Sabatini oltre misura. Perchè se c'è una cosa che pretende è il rispetto dei ruoli.
E comunque auguro al boro di vendere perchè se Sabatini si porta via anche Osti voglio vedere come fa a tirare avanti.

Ferrero "tira" a prescindere...... :):);)
 

OM28V

Turnover
1.445
470
59
Sabatini e' un dirigente che ho seguito sempre da lontano poiche' mi ha incuriosito la sua abilita' da talent-scout. Ma non posso esimermi da fare delle considerazioni di metodo .... praticamente ha litigato con tutte le proprieta' per cui ha lavorato. Le sue separazioni sono state sempre traumatiche, supportate da porte sbattute, litigate, colpi di cosa repentini quanto inaspettati. Stessa solfa al Palermo, Roma, Inter e adesso Sampdoria.

Penso che sia un tipo che soffra l'autorita' della proprieta' e che pretenda di avere carta bianca in ogni momento, sia per la parte esecutiva che per quella della pianificazione. Non e' cosi ... almeno fino a quando, in qualsiasi ambiente di lavoro, non devi rendere conto a qualcuno.

Penso che, al di la' di tutte le cose buone che ha fatto e che ha fatto vedere, sia uno che come modo di intendere il suo ruolo abbia fatto il suo tempo...
 
Ultima modifica:

nero&azzurro

Capitano
9.611
7.110
91
Sabatini e' un dirigente che ho seguito sempre da lontano poiche' mi ha incuriosito la sua abilita' da talent-scout. Ma non posso esimermi da fare delle considerazioni di metodo .... praticamente ha litigato con tutte le proprieta' per cui ha lavorato. Le sue separazioni sono state sempre traumatiche, supportate da porte sbattute, litigate, colpi di cosa repentini quanto inaspettati. Stessa solfa al Palermo, Roma, Inter e adesso Sampdoria.

Penso che sia un tipo che soffra l'autorita' della proprieta' e che pretenda di vere carta bianca in ogni momento, sia per la parte esecutiva che per quella della pianificazione. Non e' cosi ... almeno fino a quando, in qualsiasi ambiente di lavoro, non devi rendere conto a qualcuno.

Penso che, al di la' di tutte le cose buone che ha fatto e che ha fatto vedere, sia uno che come modo di intendere il suo ruolo abbia fatto il suo tempo...
Come si suol dire.....è sempre stato un cane sciolto
 
D

Denver

Guest
Applausi.Ti risponderanno che non centra nulla...
Adesso però spieghi cosa c'entrano le tue farneticazioni su Suning con le dimissioni di Sabatini....... Ti rendi conto che questo ha criticato il modo di lavorare dei cinesi dopo che ha lavorato per loro in Cina? Cosa è venuto a fare all'Inter se non gli piaceva come lavorano i cinesi?
 

Ah Lautaromachia!

Esordiente
198
158
38
Come si suol dire.....è sempre stato un cane sciolto
Mah,a me sembra proprio uno che rispetti la catena di comando. A tal punto che se non è rispettata si dimette.
Non siamo abituati a queste figure nel calcio italiano perchè la stragrande maggioranza delle nostre proprietà invadono e prevaricano nei ruoli o invece come è stato nel nostro caso risultano essere eccessivamente burocratiche o volubili , il che crea imbarazzo e dilata a dismisura i tempi in sede di trattativa di mercato facendo perdere credibilità agli occhi degli intermediari.
E soprattutto nel momento in cui una proprietà cerca un responsabile sportivo deve fissare dei paletti finanziari ma poi non deve entrare nel merito del suo lavoro di fronte ai suoi sottoposti. Se vuole un manager cerchi un manager, se vuole un passacarte cerchi un passacarte. Che credibilità avrebbe di fronte alla squadra e all'allenatore un dirigente che si vedesse piombare negli spogliatoi il boro di turno che se ne sbottasse con un verosimile " Ah stronzo, ma pe checcaxxo m'hai fatto giocà quaaaaaaa pippa de Audero" e se ne stesse zitto?
Per me nessuna.
 

OM28V

Turnover
1.445
470
59
Ferrero e' la feccia piu' feccia della piu' putrida feccia che un essere umano possa esprimere. E' un buffone, una macchietta ed un incompetente. Non gli riconosco alcun merito, se non quella fortuna tipica che accompagna certi individui nel trovare gente competente che, spesso, copre le di loro magagne.
 

nero&azzurro

Capitano
9.611
7.110
91
Mah,a me sembra proprio uno che rispetti la catena di comando. A tal punto che se non è rispettata si dimette.
Non siamo abituati a queste figure nel calcio italiano perchè la stragrande maggioranza delle nostre proprietà invadono e prevaricano nei ruoli o invece come è stato nel nostro caso risultano essere eccessivamente burocratiche o volubili , il che crea imbarazzo e dilata a dismisura i tempi in sede di trattativa di mercato facendo perdere credibilità agli occhi degli intermediari.
E soprattutto nel momento in cui una proprietà cerca un responsabile sportivo deve fissare dei paletti finanziari ma poi non deve entrare nel merito del suo lavoro di fronte ai suoi sottoposti. Se vuole un manager cerchi un manager, se vuole un passacarte cerchi un passacarte. Che credibilità avrebbe di fronte alla squadra e all'allenatore un dirigente che si vedesse piombare negli spogliatoi il boro di turno che se ne sbottasse con un verosimile " Ah stronzo, ma pe checcaxxo m'hai fatto giocà quaaaaaaa pippa de Audero" e se ne stesse zitto?
Per me nessuna.
Ma Sabatini è un DS all'antica, uno abituato a maneggiare totalmente il budget, piccolo o grande che fosse.
Una volta scomparsa questa libertà ( nessun DS al giorno d'oggi ha tale discrezionalità ) lui si è sentito soffocare ( ma forse dipendeva più dalle sigarette ) e sminuire nel suo ruolo.
Il punto è che deve pensare proprio a cambiare mestiere, non credo che il calcio d'oggi faccia più per lui.
 

Memorabilia

Titolare
4.224
2.002
60
Sabatini e' un dirigente che ho seguito sempre da lontano poiche' mi ha incuriosito la sua abilita' da talent-scout. Ma non posso esimermi da fare delle considerazioni di metodo .... praticamente ha litigato con tutte le proprieta' per cui ha lavorato. Le sue separazioni sono state sempre traumatiche, supportate da porte sbattute, litigate, colpi di cosa repentini quanto inaspettati. Stessa solfa al Palermo, Roma, Inter e adesso Sampdoria.

Penso che sia un tipo che soffra l'autorita' della proprieta' e che pretenda di avere carta bianca in ogni momento, sia per la parte esecutiva che per quella della pianificazione. Non e' cosi ... almeno fino a quando, in qualsiasi ambiente di lavoro, non devi rendere conto a qualcuno.

Penso che, al di la' di tutte le cose buone che ha fatto e che ha fatto vedere, sia uno che come modo di intendere il suo ruolo abbia fatto il suo tempo...
Lo dice lui stesso nella sua conferenza stampa di addio alla Roma. Disse che appartiene ad un calcio che ormai non esiste più. Le sue conferenze me le sono guardate praticamente tutte perchè mi piace il suo linguaggio forbito e l’indubbia conoscenza calcistica che ha. Un personaggio. Però lo ritengo adatto a squadre medio grandi tipo Lazio dove ci sta il player trading continuo ed il lancio di giovani scovati fuori dall’Europa.
 
Alto